INFORMAZIONI GIOCO
di

Oggi si festeggia il ventesimo anniversario di Xbox: era infatti il 15 novembre del 2001 quando la prima console di casa Microsoft faceva il suo esordio sul mercato americano, dando inizio a una lunga storia che prosegue con successo ancora oggi tra Xbox Series X/S e Xbox Game Pass.

Ma è bene ricordarsi delle origini, e soprattutto dei più grandi giochi che hanno graziato l’ormai iconico sistema a 128-bit. Ecco di seguito i 10 migliori giochi della prima Xbox, i più rappresentativi, famosi ed amati ancora oggi. Alcuni di questi all’epoca sono usciti anche su PC, ma per chi giocava esclusivamente su console l’Xbox era il solo modo per rimediare questi grandi classici. Per festeggiare i 20 anni della console Microsoft abbiamo pubblicato uno speciale dedicato alla storia della prima Xbox.

Dead or Alive 3

All’epoca i Picchiaduro dominavano soprattutto la scena di PlayStation 2, ma anche l’Xbox ha potuto contare su uno suo grande esponente in esclusiva. Dead or Alive 3 ha elevato tutte le caratteristiche viste nei due capitoli precedenti, perfezionando ulteriormente il suo intrigante gameplay e offrendo una profondità in combattimento con pochi rivali sulla piazza. Un titolo imperdibile per gli amanti del genere.

Fable

Non tutti gli estimatori di RPG ne sono rimasti colpiti, alla luce anche delle enormi promesse fatte di Peter Molyneux durante lo sviluppo, che dipingevano Fable come un titolo rivoluzionario. Nonostante tutto, il primo capitolo della serie ideata dalla defunta Lionhead Studios è divenuto a suo modo un titolo simbolico su Xbox: i giocatori rimasero infatti colpiti dal magico mondo di gioco e dall’ampia possibilità di scelte che era possibile effettuare nel corso dell’avventura. Nonostante tutto, Fable si è ritagliato il suo piccolo spazio nella storia della console Microsoft. Ora non resta che attendere il revival della serie: il nuovo Fable è in sviluppo presso Playground Games

Forza Motorsport

Mentre Gran Turismo dominava il panorama dei simulatori di guida su PS2, Microsoft preparava la sua convincente risposta grazie agli sforzi di Turn 10, che nel 2005 diede il via alla serie di Forza Motorsport. Il primo episodio della serie sconvolse gli appassionati non solo per un comparto tecnico superlativo, ma anche per una eccellente qualità del sistema di guida, rendendolo quindi una valida e apprezzata alternativa alla storica serie Sony. Con il passare degli anni il brand diventerà sempre più forte, divenendo una certezza del marchio Xbox, come dimostra anche l'enorme successo di Forza Horizon 5.

Half-Life 2

Si svegli, mister Freeman”. Con queste parole i giocatori venivano accolti nel mondo di Half-Life 2. Certo, il doppiaggio italiano non era certo dei più curati, per usare un eufemismo, tuttavia era tutto il resto della produzione a lasciare senza parole. Half-Life 2 ha elevato il genere dei First-Person Shooter con un’interattività ambientale all’epoca fuori parametro e una profondità del gameplay che aveva ben pochi rivali sulla piazza. Un’opera di culto che ha consolidato ulteriormente il già grande nome di Valve.

Halo 2

L’Xbox originale su immediatamente capace di far parlare di sé grazie soprattutto al titolo che accompagnò il suo lancio sul mercato: il primo, leggendario Halo. Ma pochi anni dopo, nel 2004, Bungie fu capace di superare i già notevoli risultati ottenuti con il capostipite, offrendo agli appassionati un superlativo Halo 2 curatissimo in ogni aspetto, dalla campagna adrenalinica al multiplayer online assuefacente. Proprio il gioco in rete fu capace di fare la differenza elevando ulteriormente la qualità e l’importanza della seconda avventura di Master Chief, facendo intuire al mondo quanto le funzioni online sarebbero divenute centrali nel futuro del gaming. La serie proseguirà con Halo Infinite, in uscita l'8 dicembre 2021.

Jade Empire

Gioco di ruolo, arti marziali e mitologia cinese: un miscuglio avvincente che ha dato vita a Jade Empire, apprezzata produzione BioWare che ha catturato le attenzioni dei giocatori grazie ad atmosfere coinvolgenti e un gameplay variegato. Appariva forse un po’ semplice in termini di difficoltà, ma ciò non gli ha impedito di divenire un cult. Per anni i fan hanno invocato un seguito, eventualità che purtroppo non si è mai concretizzata.

Ninja Gaiden

Nata su NES, dove si è distinta attraverso una trilogia spettacolare e molto impegnativa, la serie di Ninja Gaiden rinasce sulla prima Xbox attraverso un Action di stampo back ‘n slash tanto elegante nel sistema di combattimento quanto brutale in termini di difficoltà. Il Team Ninja ha posto la sua firma su un autentico gioiello del suo genere, perfezionato ulteriormente con la successiva versione Black che ha ampliato l’offerta del gioco con contenuti aggiuntivi.

Star Wars Knights of the Old Republic

Ancora BioWare, ancora un’opera iconica. Knights of the Old Republic replica alla perfezione lo stile, le atmosfere e l’epicità di Star Wars e lo fa raccontando una storia ambientata all’epoca della Vecchia Repubblica che stupisce i fan con un’evoluzione degli eventi appassionante e alcuni colpi di scena gestiti magistralmente. Il tutto senza dimenticare un sistema di combattimento curatissimo e profondo che pone il titolo al vertice degli Action/RPG della sua epoca. Il remake di Star Wars Knights of the Old Republic è in sviluppo ma confermato solo su PS5 e PC.

The Chronicles of Riddick Escape from Butcher Bay

Ancora oggi considerate uno dei migliori giochi su licenza di tutti i tempi. Escape from Butcher Bay ci permette di approfondire ulteriormente la storia e il background di Riddick, personaggio cinematografico interpretato da Vin Diesel anche in questa trasposizione videoludica, nel frattempo che prova a fuggire dall’enorme prigione di Butcher Bay. Il gioco mescola sapientemente elementi stealth con combattimenti frenetici, offrendo una mappa ben articolata e un’atmosfera cupa e coinvolgente. Una produzione di tutto rispetto che fa bella figura in una collezione di giochi Xbox.

The Elder Scrolls III Morrowind

Considerato uno dei più grandi capolavori di Bethesda, Morrowind è il primo episodio della serie a sbarcare su console. Sebbene magari non allo stesso livello qualitativo della controparte PC, il terzo capitolo di The Elder Scrolls si rivela uno dei giochi più mastodontici disponibili sulla console Microsoft, sia in termini di contenuti che per varietà nell’esplorazione e nel sistema di combattimento. Un’opera immensa, apparentemente infinita, che lascia al giocatore la libertà di decidere come meglio approcciarsi al mondo di gioco per vivere così un’esperienza indimenticabile.

Quanto è interessante?
6