Minecraft: un prete gesuita annuncia l'apertura del primo server del Vaticano

Minecraft: un prete gesuita annuncia l'apertura del primo server del Vaticano
di

La redazione di Rome Reports illustra la singolare iniziativa promossa da Robert Ballecer per coinvolgere i fedeli: il prete gesuita del Vaticano ha deciso di creare un server di Minecraft che possa offrire agli utenti uno spazio digitale pacifico dove poter ritrovarsi e condividere le proprie esperienze di vita.

Forte dell'esperienza maturata nel periodo di "addestramento teologico" trascorso nella Silicon Valley per specializzarsi in consulenze tecnologiche e ingegneristiche, il sacerdote del Vaticano è giunto alla conclusione di dover aprire un server di Minecraft dopo aver sottoposto un sondaggio ai propri follower su Twitter.

L'idea alla base di questo progetto è piuttosto semplice ma veicola un messaggio estremamente potente, come spiega padre Robert affermando che "volevo offrire un luogo videoludico che potesse essere meno tossico. Puoi invitare le persone che vogliono coltivare la propria creatività in un ambiente dove potersi esprimere e costruire una relazione, ed è proprio quest'ultima la parte più importante che voglio fare con questo server. Non si tratta di tecnologia e nemmeno di videogiochi, ma di riunire le persone e creare un ambiente che li aiuti a coltivare delle relazioni nel mondo reale".

Quanto alla diffidenza con cui gli utenti guardano alla sua missione di fede in ambienti digitali come quelli dei social o, appunto, dei videogiochi, il sacerdote gesuita ricorda che "all'inizio c'erano molte persone titubanti, perchè vedevano questo ragazzo col colletto da prete che parlava delle ultime offerte di Google e di come funziona la fibra ottica attraverso l'Atlantico, così non capivano. Ma col tempo, hanno iniziato a rendersi conto che ero solo un prete che trattava argomenti di cui erano appassionato e che voleva mettere questo suo interesse al centro del ministero che stava cercando di fare".

Il server Minecraft ufficiale del Vaticano è attualmente attivo ma si trova in fase di test: chi desidera accedervi, può utilizzare il proprio account Minecraft e digitare l'indirizzo "minecraft.digitaljesuit.com" nel relativo modulo di ricerca dei server online del kolossal sandbox di Mojang che, lo ricordiamo, è divenuto da poco il primo gioco Xbox in grado di raggiungere il milione di copie vendute in Giappone.

Quanto è interessante?
2