Monster Hunter Rise doveva uscire prima, sviluppo rallentato dalla pandemia

Monster Hunter Rise doveva uscire prima, sviluppo rallentato dalla pandemia
di

La pandemia ha sconvolto i piani di numerosi produttori e sviluppatori, che si sono visti costretti a posticipare l'uscita dei loro giochi di punta. A quanto pare tra i titoli danneggiati c'è stato anche Monster Hunter Rise.

L'hunting game non ha ricevuto un vero e proprio rinvio pubblico, uno di quelli che tanto fanno dispiacere - e in alcuni casi, arrabbiare - i giocatori, ma ha subito un allungamento dei tempi di sviluppo a causa di una pausa inattesa, e un posticipo della data di pubblicazione prefissata internamente.

A rivelarlo è stato il presidente di Capcom Haruhiro Tsujimoto in una recente intervista con Nikkei: "Abbiamo già cominciato ad accettare i preordini del gioco, procedono secondo le attese. A causa della pandemia, lo sviluppo è stato sospeso per quasi un mese e la data d'uscita è stata posticipata a marzo 2021, per cui ci aspettiamo che il maggior quantitativo degli introiti arrivi nel prossimo anno fiscale".

Nonostante ciò, Capcom è molto ottimista sulla riuscita del progetto, e crede che "possa vendere bene come i precedenti episodi, in particolare come Monster Hunter World". Il lancio di Monster Hunter Rise, ricordiamo, è previsto per il 26 marzo del 2021 in esclusiva su Nintendo Switch.

Quanto è interessante?
4