di

Dopo avervi spiegato come usare il Rampino Artiglio, in questa mini-guida di Monster Hunter World: Iceborne vi daremo diversi consigli utili per sconfiggere Nargacuga, uno dei boss che è possibile affrontare nel nuovo DLC dell'hunting game di Capcom.

Apparso per la prima volta in Monster Hunter: Freedom Unite, Nargacuga si distingue per una grande agilità, una natura prudente e una rage mode che può mettere in difficoltà anche i cacciatori più esperti. I forti muscoli delle gambe gli consentono di coprire grandi distanze in salto e attraversare senza fatica terreni accidentati, rendendolo un vero incubo da affrontare.

Stare al passo con i movimenti di Nargacuga può essere frustrante, e per uscirne vivi avrete bisogno di prepararvi al meglio. Di seguito vi daremo alcuni consigli utili per sconfiggere Nargacuga, parlandovi delle abilità e dei punti deboli del mostro.

Abilità di Narcacuga

Anche se Nargacuga può essere catalogato come un Wyvern Volante, la maggior parte delle sue mosse sono improntate al combattimento a terra. Questa creatura può lanciare gli aculei presenti sulla sua coda, causando danni enormi ai cacciatori.

Quando il mostro è infuriato, i suoi occhi si illuminano di rosso e le punte della sua coda iniziano a sporgere. In rage mode, la velocità di Narcacuga aumenta e i suoi schemi di attacco diventano più sporadici. In questo stato l'aggressività del mostro potrebbe rivelarsi difficile da gestire, ma sarà l'unica occasione in cui potrete tagliare la coda della bestia e ottenere un intaglio extra.

Consigli e strategie per sconfiggere Narcacuga

Le mosse di Nargacuga fanno leva sulle ali e sugli aculei della coda. Questi attacchi offriranno delle brevi finestre di tempo che i cacciatori potranno sfruttare per infliggerei danni considerevoli al mostro. Per esempio, il colpo di coda del Wyvern può rivelarsi fatale, ma riuscendo a schivarlo potrete scatenare una raffica di attacchi mentre Nargacuga tenta di liberare la coda dal terreno sottostante. Questa mossa è facile da evitare, quindi preparatevi a rotolarvi quando il mostro alza la coda in aria.

Per tagliare con successo la coda dovrete prima romperla, quindi tagliarla fisicamente con armi non contundenti durante lo stato di rabbia della bestia. Tagliare la coda di Nargacuga vi consentirà di ottenere ricompense migliori, riducendo tra le altre cose il raggio di attacco complessivo del mostro.

I colpi di coda a distanza di Nargacuga possono procurare delle emorragie. Questo effetto da incubo fa sì che i cacciatori subiscano piccoli danni quando si muovono, attaccano o schivano. Se non avrete con voi gli oggetti necessari per fermare l'emorragia, sarete costretti ad accovacciarvi e rimanere completamente immobili fino a quando l'effetto non si esaurirà. Anche se siete certi di non essere mai colpiti dagli aculei di Nargacuga, vi consigliamo comunque di portare gli oggetti curativi per bloccare le emorragie, in modo da evitare morti frustranti.

La natura agile di questo combattimento può scoraggiare molti cacciatori dall'usare le armi più lente di Iceborne come martelli e spadone. Tuttavia, l'Antica Foresta è ricca di pericoli ambientali che potete sfruttare per inabilitare il nemico: cercate quindi le varie trappole e i massi sospesi sparsi per l'arena, oppure piazzatene una voi come quella dello shock. Catturare Nargacuga in una di queste trappole vi darà il tempo per scatenare i vostri attacchi carichi di energia e mettere a segno colpi, rendendo la lotta molto più gestibile per coloro che preferiscono usare le armi più pesanti di Monster Hunter World: Iceborne.

Infine, dal momento che Nargacuga è debole agli elementi Tuono e Fuoco, è altamente raccomandato l'utilizzo di armi costituiti da questi elementi, così da massimizzare i danni inflitti alla bestia.

Se avete bisogno di altri consigli per il nuovo DLC del gioco, non dimenticate di consultare la nostra Guida strategica di Monster Hunter World: Iceborne.

Quanto è interessante?
1