Esport

MotoGP eSport Championship: al via un'altra rombante stagione competitiva

MotoGP eSport Championship: al via un'altra rombante stagione competitiva
di

Il campionato MotoGP eSport Championship, che tanta soddisfazione ha regalato all'Italia nel corso delle scorse edizioni, sta finalmente per ripartire. I centauri virtuali si sfideranno, ovviamente, sulla nuova iterazione della serie targata Milestone.

I piloti, quindi, dovranno allenarsi per bene per padroneggiare le innovazioni dell'ultimo capitolo. Quest'anno il formato del campionato cambia ancora e inizia con ben sei Challenge online, in cui i giocatori si sfideranno per La prima sfida online si svolgerà dal 19 giugno mentre, le altre cinque proseguiranno fino alla fine di luglio.

Le Sfide sono disputate in modalità Time Attack su un circuito con un pilota e una moto MotoGP. I due giocatori più veloci per piattaforma e regione (Europa-Resto del mondo) si qualificheranno per il Pro Draft. I giocatori che potranno passare il turno saranno, in totale, settantadue.

Le prime due settimane di agosto saranno dedicate proprio al Pro Draft. I settantadue qualificati si sfideranno per diventare i dodici piloti ufficiali che si giocheranno il campionato 2019 del MotoGP eSport. I dodici finalisti, quindi, decideranno quale team MotoGP rappresentare in base ai risultati: il più veloce sceglierà, dunque, per primo.

Alla fine della selezione si aprirà l'on site competition: con tre eventi e sei gare. Il primo evento sarà a Misano durante il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Il secondo evento non è ancora stato rivelato e sarà estremamente interessante scoprirlo, visto che tra Misano e Valencia ci sono le tappe “pacifiche” del motomondiale: Indonesia, Malesia, Giappone e Australia.

Il finale di stagione sarà, come sempre, al Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana a fianco dell'ultimo GP dell'anno.

Quanto è interessante?
1
MotoGP eSport Championship: al via un'altra rombante stagione competitiva