Motorsport Games nel caos: dipendenti non pagati ricattano la compagnia

Motorsport Games nel caos: dipendenti non pagati ricattano la compagnia
di

Motorsport Games, compagnia che si occupa di titoli motoristici come Nascar (21, Rivals, Heat, Ignition), rFactor 2 e KartKraft, è recentemente finita nel caos dopo che un gruppo di suoi dipendenti ha accusato la leadership dell'azienda di non aver pagato una serie di stipendi dal mese di ottobre 2022.

Stando a quanto riportato Insider Gaming, parliamo di un gruppo di circa 30 sviluppatori russi, che non hanno più ricevuto pagamenti a causa delle conseguenze della guerra contro l'Ucraina. Motorsport Games ha spostato la sua sede di Mosca in Georgia e ha concesso a questi dipendenti di trasferirsi nel nuovo studio. Tuttavia, sembra che non sia offerto alcun compenso per l'operazione e anche che il nuovo contratto preveda il 20% in meno dello stipendio (chi ha deciso di lavorare in Georgia ha in ogni caso riscontrato problemi con i pagamenti).

Il gruppo di sviluppatori ha inizialmente dichiarato che se i pagamenti dovuti non fossero stati versati al team di NASCAR entro il 25 gennaio sarebbe partita una causa ai danni di Motorsport Games. In un nuovo aggiornamento, Insider Gaming ha appreso che la società è ora essenzialmente ricattata dai suoi dipendenti: o verranno colmati i debiti, oppure il codice sorgente di NASCAR: Ignition 21, NASCAR: HEAT 5, Indycar e KartKraft verrà diffuso online. Le fonti hanno affermato che un dipendente ha minacciato direttamente il CEO di Motorsport Games, Dmitry Kozko, e i nuovi direttori dell'azienda, subentrati dopo l'abbandono dell'intero Consiglio di Amministrazione a novembre. Anche in questo caso la data di scadenza è il 25 gennaio: se l'azienda continuerà ad ignorare le richieste, il ​​codice sorgente di tutti e quattro i giochi verrà rilasciato pubblicamente in rete.

Quanto è interessante?
5