My Friend Pedro Video Recensione: banane, pistole e proiettili nel nuovo gioco di Devolver Digital

di

My Friend Pedro nasce come flash game pubblicato nel 2014 da Adult Swim Games. Ecco, quel bizzarro shooter un po' acerbo ora è riuscito a maturare passando dal verde al giallo più vivace, grazie anche agli infallibili radar di Devolver Digital, che ne ha sguinzagliato tutto l'insospettabile potenziale.

Guidato dal genio visionario dell'ex level designer di Media Molecule Victor Agren, l'improbabile eroe di My Friend Pedro e il suo inseparabile e bananoso compagno di sventura si lanciano in una sequela di missioni dal ritmo incalzante.

Il titolo trae ispirazione da capolavori come Max Payne e Hotline Miami per restituirci un'esperienza particolarmente frenetica all'interno di una quarantina di scenari pieni zeppi di trappole da evitare e di nemici da abbattere a suon di bullet time. L'ultima epopea platform-sparatutto di DeadToast Entertainment prova così a soddisfare gli istinti primordiali dei fan del genere tratteggiando un'avventura intrisa di ultraviolenza e di stile, un vero e proprio tripudio di scene punk (e di banane) destinate a rimanere impresse nella nostra memoria a dispetto di alcune sbavature grafiche, contenutistiche e di gameplay.

Oltre alla funambolica Video Recensione che attende solo di essere sbucciata a inizio articolo per scoprire se il team diretto da Agren sia riuscito o meno nella sua impresa, su queste pagine trovate anche la nostra recensione di My Friend Pedro realizzata da Enrico Di Piramo dopo essersi tuffato nelle folli atmosfere pulp di questo sparatutto 2D destinato, in un modo o nell'altro, a scrivere la storia dei videogiochi in salsa splatter-ortofrutticola.

Quanto è interessante?
3