NBA 2K21: l'analisi di DF su PS5 e Xbox Series X/S è un elogio alla nextgen

di

Di ritorno dalla dimensione di Borderlands 3 con l'analisi dell'update nextgen, i giornalisti di Digital Foundry calcano il parquet virtuale di NBA 2K21 per illustrare le migliorie grafiche e prestazionali offerte dalle versioni ottimizzate per PlayStation 5, Xbox Series X e Series S.

L'esperto collettivo di redattori legati ad Eurogamer.net partono dalla constatazione che la versione nextgen di NBA 2K21 non rappresenta un semplice update ma offre delle migliorie grafiche tangibili. A prescindere dalla piattaforma di nuova generazione su cui si decide di fruire il titolo, l'esperienza sportiva di Visual Concepts risulta essere estremamente valida, con differenze impercettibili tra una console e l'altra.

Sia su PS5 che su Xbox Series X, la risoluzione è saldamente ancorata sui 4K e il framerate non subisce cali nelle fasi ingame che fanno propendere l'ago della bilancia qualitativa verso una delle due macchine nextgen di Sony e Microsoft. Anche su Xbox Series S, dove la risoluzione viene abbassata a 1080p, il livello di dettaglio offerto è analogo a quello della "sorella maggiore" Series X (e parallelamente, di PS5), con scenari incredibilmente dettagliati e atleti resi ancora più realistici dall'utilizzo di animazioni facciali evolute, da un'illuminazione più curata e da shader avanzati per la rappresentazione delle imperfezioni della pelle e delle gocce di sudore.

Le differenze con le console della passata generazione vengono ulteriormente acuite dai tempi di caricamento, nell'ordine dei 28-30 secondi su Xbox One o PlayStation 4 ma quasi assenti su PS5 e Xbox Series X/S.

Prima di lasciarvi al video di cui sopra, vi invitiamo a leggere la nostra recensione di NBA 2K21 Next Gen a firma di Giuseppe Arace, con tutti gli approfondimenti sull'esperienza ludica, grafica e contenutistica del simulatore di basket targato 2K Sports in questa sua nuova trasposizione per PS5 e Xbox Series X/S.