NBA 2K21, il sistema di tiro mette tutti in crisi: 2K Sports pronta ad intervenire

NBA 2K21, il sistema di tiro mette tutti in crisi: 2K Sports pronta ad intervenire
di

NBA 2K21 non è stato accolto particolarmente bene: stando a quanto è possibile leggere su Steam, i giocatori lamentano la mancanza di novità sostanziali rispetto all'edizione dell'anno precedente. Sembra che l'unico reale cambiamento sia stato apportato al sistema di tiro... peccato che neppure questo viene visto di buon occhio!

Basta farsi un giro sul web tra le varie comunità dedicate al gioco per notare l'insoddisfazione nei confronti della nuova meccanica di tiro di NBA 2K21, giudicata estremamente ostica da padroneggiare. Il tradizionale indicatore verticale è stato sostituito da uno orizzontale, che va attivato agendo in maniera precisa con la levetta destra. Persino il campione Damian Lillard, uno degli atleti di copertina di NBA 2K21, è in crisi: "Sono l'unico ad avere difficoltà con questo indicatore di tiro? E non ho ancora fatto un tiro libero".

L'obiettivo dichiarato è quello di premiare il talento dei giocatori, ma a diversi giorni dal lancio quelli in grado di padroneggiarlo a dovere sembrano essere pochi, e la sensazione comune è che la fase di tiro sia ora affidata al caso, piuttosto che alla bravura dei singoli.

2K Sports e Visual Concepts hanno analizzato i feedback dei giocatori, decidendo così d'intervenire. Nelle prossime ore verrà pubblicato un hotfix che bilancerà il sistema di tiro per le difficoltà Rookie, Pro e All-Stars. Non è prevista nessuna modifica, invece, per le difficoltà più alte e per il quartiere di NBA 2K21, dove rimarrà tutto invariato. "Ci auguriamo che questo possa aiutare i nuovi arrivati", hanno dichiarato gli sviluppatori. Insomma, la nuova meccanica di tiro è qui per restare, quindi l'obiettivo sembra essere quello di addolcire la curva di apprendimento. Visual Concepts, in ogni caso, ha promesso che continuerà a monitorare il feedback degli utenti.

Quanto è interessante?
2