Nel 1999 Microsoft stava per acquisire SquareSoft, ma l'affare sfumò all'ultimo

di

Stando a quanto riportato nei libri Game of X v.1 e 2 di Rusel DeMaria, nel 1999 Microsoft si trovò ad un passo dall'acquisire SquareSoft. La casa di Final Fantasy, però, finì per pretendere un'offerta ancora più grande di quella inizialmente concordata.

In un periodo in cui si parla di nuove acquisizioni in casa Redmond, con nomi altisonanti come Electronic Arts e Valve, è curioso apprendere come Microsoft non fosse estranea a questo genere di approccio aziendale negli anni passati. Correva l'anno 1999, infatti, quando il colosso americano stava per concludere l'acquisizione di SquareSoft, mossa che le avrebbe garantito l'esclusività su una IP di peso come Final Fantasy.

Come raccontato da Bob McBreen di Microsoft, uno dei partecipanti dell'ultimo meeting, il colosso nipponico finì per cambiare idea proprio al momento della firma, alzando le pretese economiche per la cessione della compagnia. Il CEO di SquareSoft si alzò e disse: "prima di firmare, il nostro banchiere vorrebbe dire la sua", al che, il banchiere annunciò: "Vogliamo più soldi. Semplicemente il doppio della cifra concordata".

Rick Thompson, altro membro della casa di Redmond presente all'incontro, ha spiegato che Square pretendeva qualcosa come un miliardo e mezzo di dollari per metà compagnia, una cifra che Microsoft non ebbe intenzione di investire. Un retroscena davvero curioso, non trovate?

FONTE: ResetEra
Quanto è interessante?
7