Nintendo, aspettando Switch OLED: azioni in discesa per le vendite dei grandi investitori

Nintendo, aspettando Switch OLED: azioni in discesa per le vendite dei grandi investitori
di

Il valore azionario di Nintendo è in discesa nei giorni che precedono il lancio di Switch OLED: tutta "colpa" delle attività dei cosiddetti Grandi Investitori, ossia gli attori più attivi sui mercati finanziari internazionali e coloro che "movimentano" le quote più importanti di pacchetti di azioni della Grande N.

Come riportano i colleghi di Bloomberg, infatti, di recente l'indice azionario del colosso videoludico giapponese sta andando incontro a delle fluttuazioni che hanno spinto al ribasso le stime degli analisti di settore. Dal febbraio del 2021 ad oggi, il valore azionario di Nintendo sul mercato finanziario nipponico si è ridotto del 28%.

I maggiori indiziati dell'ultima, importante contrazione del valore delle azioni della casa di Kyoto registrato da Bloomberg sembrerebbero essere appunto i Grandi Investitori, tra i quali spicca il nome della società di trading Ark Innovation ETF. Sia Ark che altri esponenti del panorama finanziario giapponese (ma non solo) hanno deciso di ridimensionare la propria quota di partecipazione in Nintendo, riducendola progressivamente sulla scorta delle indicazioni fornite dalle agenzie di rating.

Stando all'analista Jay Defibaugh di CLSA Securities Japan Ltd, le azioni di Nintendo sarebbero scese di due livelli di rating (dalla valutazione "Azioni da Comprare" a quella di "Azioni dal Basso Rendimento") perché le fluttuazioni del valore a cui stiamo assistendo da febbraio, e che si stanno ampliando a ridosso della commercializzazione di Switch OLED, sono il segnale del fatto che "Switch ha già raggiunto il culmine del suo effetto sul rendimento azionario" e che, al netto di sorprese o iniziative dalla portata commerciale analoga, "i profitti per chi acquista azioni Nintendo continueranno a diminuire fino al 2024".

Solo con il tempo, quindi, capiremo se le fluttuazioni del valore azionario di Nintendo proseguiranno e, soprattutto, se avranno delle conseguenze nelle strategie portate avanti dall'azienda di Kyoto per evolvere l'ecosistema di Switch con videogiochi esclusivi, aggiornamento ai propri servizi e, perché no, revisioni hardware midgen come la più volte rumoreggiata Nintendo Switch PRO.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
3