Nintendo Difference: riscopriamo le emozioni del multiplayer locale con Nintendo Switch

di

Dopo l'esordio dedicato alla scena competitiva italiana di Super Smash Bros. Ultimate, torna Nintendo Difference, stavolta con una puntata che riscopre le gioie del multigiocatore in locale, negli ultimi anni messo in disparte dall'enorme diffusione dell'online.

Il nostro Francesco Fossetti, Fabio "Kenobit" Bortolotti e Matteo Bordone, tre videogiocatori over 30 cresciuti con un pad in mano, si sono riuniti sotto lo stesso tetto e sullo stesso divano per giocare assieme ad alcuni titoli della vasta libreria di Nintendo Switch, approfittando della spiccata propensione al gioco corale della console ibrida di Kyoto. Il gruppetto ha cominciato creando e giocando assieme un livello in Super Mario Maker 2, titolo approdato sul mercato poco tempo fa e che mette a disposizione un incredibile numero di strumenti utilizzabili per dare vita a delle creazioni ispirate agli intramontabili capitoli 2D di Mario.

Tra un ricordo e l'altro, hanno poi cominciato a darsele di santa ragione in Super Smash Bros. Ultimate e sfidarsi senza esclusione di colpi nei mini-giochi inclusi nel divertente Super Mario Party, due titoli che solo in multigiocatore possono esprimere tutto il loro potenziale. Trovate la seconda puntata di Nintendo Difference in apertura di notizia, buona visione!

Quanto è interessante?
14