Nintendo perde il 4% in borsa dopo il rinvio di Zelda Breath of the Wild 2

Nintendo perde il 4% in borsa dopo il rinvio di Zelda Breath of the Wild 2
di

Il 29 marzo Nintendo ha annunciato il rinvio di The Legend of Zelda Breath of the Wild 2 a 2023, il gioco inizialmente atteso per quest'anno arriverà solamente durante la primavera del prossimo anno. Una notizia che il mercato azionario non ha accolto positivamente.

Come segnalato da Bloomberg, le azioni di Nintendo Corporation hanno perso il 4% alla borsa di Tokyo alla chiusura della giornata che ha visto l'annuncio del rinvio rispetto al giorno precedente, azionisti e finanziatori sono preoccupati che il ritardo del gioco possa compromettere i guadagni del prossimo anno fiscale.

Da parte di Nintendo c'è la volontà di dare al team di sviluppo più tempo per rifinire al meglio il progetto senza pressioni o scadenze imminenti, così da permettere ad Aonuma e al suo team di perfezionare la visione sul sequel di The Legend of Zelda Breath of the Wild.

Secondo uno degli analisti di Ace Research Institute, il gioco potrebbe vendere dieci milioni di copie nel periodo di lancio, cifra che potrebbe pesare non poco sulle vendite software complessive della casa di Kyoto, tuttavia la compagnia ha certamente molti assi nella manica per i prossimi mesi, tra cui Xenoblade Chronicles 3, Splatoon 3, Pokemon Scarlatto e Violetto e Nintendo Switch Sports, solamente per citarne alcuni.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
4