Nintendo? Semplicità innanzitutto

di

In un intervista al "Korea Times", il neo presidente di Nintendo Korea, Mr. Koda Mineo, durante la presentazione di Nintendo DS per il nuovo mercato koreano, ha parlato della potenzialità dell'online non solo della console portatile:

"Se un gioco è difficile, nella comprensione delle regole e nella trama, il numero delle persone a cui il gioco possa piacere scende notevolmente" - ha dichiarato il chairman all'hotel W di Seoul - "il nostro obbiettivo è quello di allargare sempre più il mercato dei videogiochi, introducendo titoli leggeri, veloci e divertenti, giocabili da chiunque, aldilà del proprio sesso, della propria età e delle abilità con i giochi".

Koda ha dichiarato, inoltre, che i giochi per DS andranno completamente localizzati per avere successo nel mercato Koreano, e che ci sarà il bisogno di appoggiarsi a sviluppatori koreani per accontentare il vasto mercato esistente con titoli che soddisfino le aspettative del mercato, per poi magari distribuire i titoli made in Korea anche a livello internazionale.

La prima necessità sarà dunque quella di sviluppare una serie di giochi online: la comunità koreana è, infatti, una delle prime al mondo per il gioco in rete, e proprio per questo la Nexon è già al lavoro su Kart Rider, una nuova versione del noto MMORPG koreano Maple Story, giocato in tutto il mondo.

Sulla campagna pubblicitaria in Korea, Koda ha aggiunto: "Non so come si evolverà la concorrenza, ma noi puntiamo tutto a far capire ai koreani quanto sia divertente Nintendo".

Infine sulla distribuzione della neonata console Nintendo Wii: "Abbiamo avuto dei problemi di localizzazione, ma entro la fine dell'anno anche in Korea avremo Nintendo Wii".

Quanto è interessante?
0