Nintendo Switch: altra class action per il problema del Joy-Con Drift

Nintendo Switch: altra class action per il problema del Joy-Con Drift
di

Un gruppo di consumatori di Seattle ha fatto causa a Nintendo per il problema del drift dei Joy-Con di Switch, una problematica emersa ormai da qualche anno e che ha portato diversi studi legali ad avviare varie class action negli Stati Uniti.

Come noto, dopo un periodo di utilizzo più o meno prolungato gli stick dei Joy-Con originali Nintendo tendono a non rispondere correttamente agli input, causando ovviamente non pochi problemi in gioco. La casa di Kyoto dal canto suo ha negato l'esistenza di problemi con i Joy-Con di Switch, il malfunzionamento è dovuto in apparenza ai materiali utilizzati per la costruzione dei controller, tuttavia in caso si dovesse riscontrare un non corretto funzionamento del controller Nintendo riparerà l'accessorio gratuitamente.

La nuova class action verte proprio sulla qualità dei materiali utilizzati e sulla costruzione non ottimale dei Joy-Con, i legali sostengono che Nintendo sia perfettamente a conoscenza del difetto ma stia cercando di nasconderlo e di non comunicarlo in alcun modo ai clienti. In particolare sembra che un utente abbia dovuto inviare i Joy-Con in assistenza per ben tre volte, pagando oltretutto i 40 dollari richiesti per la prima riparazione, quando ancora la compagnia non aveva offerto assistenza gratuita.

FONTE: Polygon
Quanto è interessante?
3