Nintendo Switch e la crisi dei semiconduttori: taglio in arrivo per le stime di vendita

Nintendo Switch e la crisi dei semiconduttori: taglio in arrivo per le stime di vendita
di

Nel rimbalzare sui social occidentali le ultime stime di Nikkei, l'analista Serkan Toto anticipa uno dei passaggio più importanti contenuti nel prossimo report finanziario di Nintendo, ovvero il taglio nelle stime di vendita di Switch determinato dalla crisi dei semiconduttori.

L'analista di Kantan Games riprende così l'ultimo studio condotto dai giornalisti della testata economica giapponese Nikkei per sottolineare come Nintendo sia in procinto di comunicare ai propri azionisti e investitori l'intenzione di tagliare le stime sulle console Switch vendute nell'anno fiscale 2022/2023, portandolo a 20 milioni rispetto ai 23 milioni previsti a febbraio dal board dirigenziale presieduto da Shuntaro Furukawa. In quell'occasione, il presidente di Nintendo non nascose però le difficoltà da affrontare proprio in funzione della crisi dei semiconduttori e, con essa, dell'aumento dei costi di produzione e la contrazione dei guadagni.

Ad ogni modo, nel corso della prossima riunione con gli azionisti, prevista per il 10 maggio, la casa di Kyoto presenterà ufficialmente il rendiconto completo sui guadagni ottenuti a livello globale con la vendita di hardware e software per console Switch nell'esercizio 2021/2022 (dall'1 aprile 2021 al 31 marzo 2022).

Nikkei sottolinea a tal proposito come la domanda di console della famiglia Switch sia ancora elevata tra gli appassionati e che il taglio nelle previsioni sulle piattaforme vendute sia da imputare 'solo' alla carenza di componenti e alle difficoltà logistiche che Nintendo (come tanti altri colossi hi-tech) sta incontrando a causa della crisi dei semiconduttori.

Quanto è interessante?
4