Nintendo Switch: grandi cambiamenti in arrivo nei server multiplayer, stando a un insider

Nintendo Switch: grandi cambiamenti in arrivo nei server multiplayer, stando a un insider
di

In base alle ultime indiscrezioni raccolte dal sedicente insider di Nintendo conosciuto sui social come Thomasnet_mc, la casa di Kyoto sarebbe in procinto di effettuare dei grandi cambiamenti nella struttura e nella tecnologia dei server multiplayer di Nintendo Switch.

Secondo quanto emerso dalle ultime operazioni di datamining condotte sulla demo di Monster Hunter Rise, Thomasnet_mc asserisce infatti che la versione dimostrativa del kolossal Capcom si appoggia a un sistema di server multipiayer diverso da quello adottato nei precedenti giochi online per Switch.

A parziale conferma del passaggio di Nintendo a un nuovo ecosistema di server troviamo anche le informazioni raccolte dal data miner OatmealDome, in base alle quali si scopre come la demo di MH Rise sia basata sulla piattaforma di server chiamata "NPLN", diversa da quella conosciuta come "NEX" e utilizzata dall'azienda videoludica giapponese negli ultimi 18 anni, dall'uscita di Wii U.

Stando a Thomasnet_m, sarebbe proprio questo passaggio al sistema di server NPLN il motivo dell'ottima esperienza multiplayer offerta a coloro che si sono cimentati con le sfide online della versione dimostrativa del prossimo action ruolistico di Capcom. L'abbandono del sistema di server NEX, infatti, consentirebbe a Nintendo di superare i problemi di latenza e di NAT che deprimo l'esperienza in rete vissuta su Switch da molti appassionati.

A voler dar retta all'insider e ai dataminer che hanno scoperto i primi riferimenti al sistema NPLN nella demo di MH Rise, la transizione alla nuova piattaforma di server avverrà in maniera graduale e coinvolgerà, almeno in questa prima fase, soltanto i videogiochi sviluppati dal 2020 in poi.

Quanto è interessante?
5