Nintendo Switch: Hideki Kamiya critica cinque aspetti della console

Nintendo Switch: Hideki Kamiya critica cinque aspetti della console
di

Non pago dell'interesse suscitato dalle sue ultime dichiarazioni sui possibili aggiornamenti di Bayonetta 3 in arrivo nel 2021, Hideki Kamiya si riaffaccia sui social per esprimere un giudizio negativo su cinque aspetti dell'hardware e dell'esperienza di gioco fruibile su Nintendo Switch.

Nell'esporre il suo pensiero su quelle che, a suo giudizio, rappresentano le maggiori criticità di Nintendo Switch, l'alto esponente di Platinum Games parte dal suo "rapporto conflittuale" con l'interfaccia della console: a detta dello sviluppatore capo di Bayonetta 3, il menù iniziale del gioiellino ibrido della casa di Kyoto risulta essere troppo scarno, con mancanze enfatizzate dall'assenza di opzioni di personalizzazione.

Tra gli altri "tasti dolenti" toccati da Kamiya, l'istrionico sviluppatore giapponese cita anche l'assenza di una Virtual Console dalla quale accedere ai titoli delle precedenti console Nintendo. Le critiche del direttore di The Wonderful 101 e Bayonetta si spostano poi sull'hardware di Switch, con lamentele sull'impossibilità di connettere delle cuffie Bluetooth e sulla mancanza di una "vera" croce direzionale nel layout di tasti dei due Joy-Con. L'ultima criticità ravvisata da Kamiya è decisamente la più "personale" e riguarda solo indirettamente Switch: il Game Director di Bayonetta 3, infatti, si lamenta del mancato supporto ai controlli su cabinato di giochi come Space Harrier e OutRun.

Quanto è interessante?
10