Nintendo Switch, parla Furukawa: produzioni incerte nel 2023, ma niente aumenti di prezzo

Nintendo Switch, parla Furukawa: produzioni incerte nel 2023, ma niente aumenti di prezzo
di

Con oltre 111 milioni di unità vendute per Nintendo Switch, il successo della console ibrida del colosso di Kyoto e delle sue esclusive sembra ormai ampiamente consolidato.

Nel corso degli ultimi due anni, tuttavia, la Grande N si è ritrovata ad affrontare una serie di problematiche che hanno condotto ad un rallentamento nel ritmo produttivo di Nintendo Switch. La sfortunata congiuntura avviatasi nel 2020 con la crisi sanitaria internazionale e la contestuale carenza di materie prime non ha infatti ancora esaurito i propri effetti sul sistema economico globale.

Su questo specifico aspetto, si è di recente espresso Shuntaro Furukawa. Nel corso di un'intervista concessa alle pagine di Nikkei, il Presidente di Nintendo ha evidenziato come, grazie al supporto di diversi partner, l'afflusso di semiconduttori sia migliorato rispetto all'inizio dell'estate. Tuttavia, per quanto riguarda le previsioni di vendita per il periodo sino al marzo 2023, Nintendo dispone di dati certi limitati ai soli mesi del 2022. "Più avanti, - ha ammesso Furukawa - le cose si fanno incerte".

Nonostante l'inflazione che corre in Europa e in Giappone, Nintendo ha ribadito di non voler alzare i prezzi di Nintendo Switch. "Al momento, non stiamo prendendo in considerazione questa opzione", ha replicato il dirigente a Nikkei, ammettendo tuttavia che l'aumento dei costi in alcuni settori chiave, come quello dei trasporti, rendono il modello OLED di Nintendo Switch meno remunerativo rispetto a quello degli altri due modelli dell'hardware.

FONTE: Nikkei
Quanto è interessante?
3