Nintendo ufficializza lo spostamento della produzione di Switch in Vietnam

Nintendo ufficializza lo spostamento della produzione di Switch in Vietnam
di

Nonostante le due parti abbiano trovato nei giorni scorsi un punto di incontro, lo screzio tra Cina e Stati Uniti d'America, che aveva portato Donald Trump a considerare un aumento dei beni importati dal paese asiatico negli USA del 25%, sembra ancora far paura ai grandi protagonisti dell'industria videoludica e tecnologica.

Anticipata da un accordo stretto con Sony e Microsoft contro le nuove tariffe proposte da Trump, è arrivata oggi l'ufficializzazione della prima mossa strategica attuata da parte di Nintendo. La casa di Kyoto ha confermato, tramite un comunicato di un portavoce della compagnia, che parte della produzione delle console Nintendo Switch sarà trasferita dalla Cina al Vietnam.

Formalmente, Nintendo dichiara di aver preso tale decisione per "diversificare" i siti manifatturieri, ma alla luce dei recenti avvenimenti pare abbastanza chiaro come la grande N abbia voluto prendere le sue precauzioni rispondendo di petto alla minacciosa proposta del presidente degli USA.

Il trasferimento della produzione di Switch inizierà a partire da questa estate, e per il momento si parla di un'operazione parziale. Eventualmente, in futuro, si presume che gli interi processi lavorativi potrebbero spostarsi in Vietnam, con il conseguente abbandono definitivo dei siti di produzione su territorio cinese. A questo punto, resta da vedere come decideranno di agire Sony e Microsoft, che potrebbero sentirsi ancora più spronati al cambiamento dopo questa prima mossa fatta da Nintendo.

FONTE: reuters
Quanto è interessante?
9