Nintendo: vendite di Switch e giochi in calo nel secondo quarto dell'anno fiscale

Nintendo: vendite di Switch e giochi in calo nel secondo quarto dell'anno fiscale
di

Nintendo ha da poco pubblicato i dati finanziari relativi al secondo quarto (luglio - settembre) dell'annno fiscale 2021/2022. I risultati emersi nel report sottolineano un calo generale per la casa di Kyoto, che vede le entrate a $2.70 miliardi (-26.7% YoY) e i profitti a $897 milioni (-31.7% YoY).

La causa di questi numeri al ribasso è da ricercare sia sul lato hardware che software. Infatti, se Nintendo Switch ha visto le sue vendite calare del 39%, anche i giochi hanno registrato un declino del 19%. Ciò che invece fa segnare numeri positivi sono gli abbonamenti ai servizi, i contenuti aggiuntivi e i giochi digital only che insieme formano un +17%.

L'analista Daniel Ahmad ha inoltre illustrato in quale modo vengono distribuiti i guadagni della compagnia nipponica:

  • Hardware console: $1.17 miliardi / 43%
  • Software retail: $0.80 miliardi / 30%
  • Software digitale: $0.30 miliardi / 11%
  • Abbonamenti/ Add On/ Digital Only: $0.31 miliardi / 12%
  • Mobile + Licenze Proprietà Intellettuali: $0.11 miliardi / 4%

Come suggerisce Ahmad, i numeri non all'altezza rispetto allo scorso anno fiscale vanno rapportati allo straripante successo di Animal Crossing New Horizons, che in tempi di pandemia è riuscito a far impennare in modo clamoroso le vendite di Switch. Inoltre, seppur fondamentale nelle strategie di Nintendo, Monster Hunter Rise non ha avuto la capacità di trainare il marchio Nintendo come avrebbe potuto fare una produzione first party. Tutto questo senza dimenticare lo shortage dei semiconduttori che sta limitando la produzione di Switch. Dopo l'arrivo del modello OLED, sembra però che la console ibrida sia in ripresa: Switch ha infatti posto fine al dominio prolungato di PS5 in UK.

Quanto è interessante?
4