Nintendo vs pirateria: 2 milioni di dollari di risarcimento per il colosso giapponese

Nintendo vs pirateria: 2 milioni di dollari di risarcimento per il colosso giapponese
di

Da anni, la Casa di Kyoto agisce in maniera estremamente determinata al fine di proteggere i propri hardware e software da attività di pirateria ad essi legati.

Ne è ennesima dimostrazione l'azione condotta da Nintendo nei confronti dello store online noto come Uberchips.com. Il colosso videoludico nipponico ha infatti accusato il portale di occuparsi della vendita e della distribuzione di strumenti volti ad hackerare Nintendo Switch, così da potervi utilizzare giochi pirata. Contestualmente alla formulazione delle accuse, la Casa di Kyoto ha avviato un procedimento legale nei confronti dello store online.

In seguito all'apertura del processo, tuttavia, le parti in causa hanno condotto trattative dirette, che hanno infine condotto ad un accordo condiviso. Quest'ultimo ha quantificato in ben 2 milioni di dollari l'entità del risarcimento che Uberchips.com dovrà versare a Nintendo come compensazione. A ciò si aggiunge il divieto di proseguire nella vendita degli strumenti incriminati e nell'obbligo di distruggerne ogni scorta in proprio possesso. Insomma, una vittoria decisamente importante per la Casa di Kyoto, tradizionalmente molto attiva nel campo della protezione dei propri brand.

Nel corso del mese di settembre, i vertici della compagnia hanno avviato i festeggiamenti per il 35° anniversario di Super Mario, oltre che i preparativi per le celebrazioni del 131° anniversario di Nintendo.

Quanto è interessante?
7