Non c'è pace per Fallout 76: il prezzo del nuovo Frigorifero scatena le proteste dei fan

Non c'è pace per Fallout 76: il prezzo del nuovo Frigorifero scatena le proteste dei fan
di

L'ultimo aggiornamento di Fallout 76 con le novità su Nuclear Winter ha aggiunto anche diversi oggetti al Negozio Atomico, lo store utilizzato per le microtransazioni tramite Atomi acquistabili con valuta reale. Uno di questi oggetti, il Frigorifero, ha scatenato l'ennesima polemica sui prezzi di questi elementi ingame.

Il nuovo refrigeratore in acciaio inossidabile, infatti, non è un semplice complemento d'arredo con funzioni meramente estetiche ma offre dei vantaggi ingame rappresentati dalla possibilità di ridurre del 50% il deterioramento di un massimo di 15 oggetti tra cibi e bevande, sbloccando così la possibilità di collocare un totale di 10 frigoriferi tramite il sistema C.A.M.P. legato alla gestione e alla costruzione degli avamposti. Il tutto, ottenibile dagli utenti spendendo la modica cifra di 700 Atomi, corrispondenti a circa 6 euro che stridono con il prezzo delle espansioni di Fallout 4.

La scoperta del nuovo Frigorifero e del suo elevato prezzo d'acquisto tramite il Negozio Atomico, come era logico attendersi, ha inasprito i toni dello scontro tra la community e gli sviluppatori di Bethesda a causa della politica adottata dalla compagnia sulle microtransazioni di Fallout 76. A infiammare ulteriormente la polemica ci pensano inoltre i membri di Reddit che ricordano una risposta data dai rappresentanti di Bethesda a un utente del portale forum videoludico per riferire la volontà di introdurre un frigorifero per il C.A.M.P., senza però offrire ulteriori chiarimenti sulle modalità che sarebbero state adottate per aggiungere tale oggetto alla dimensione post-apocalittica di Fallout 76.

Quanto è interessante?
7