Esport

La nuova frontiera dell'esport: i Rogue danno il benvenuto al primo "Pro Tweeter"

La nuova frontiera dell'esport: i Rogue danno il benvenuto al primo 'Pro Tweeter'
di

Nella nuova era degli influencer, le grandi aziende e le stesse organizzazioni esport stanno sempre più investendo in pubblicità, sponsorizzazioni e marketing per promuovere i propri brand attraverso figure molto note.

Soprattutto in questo momento, con la fetta relativa al munifico mercato dello streaming sempre più ricca e redditizia, le più grandi organizzazioni esport al mondo hanno capito quanto sia di fondamentale importanza avere nella propria scuderia i cosiddetti “produttori di contenuti”.

Gli influencer e gli streamer infatti permettono di raggiungere una vasta platea di utenti, esponendoli al brand dell'organizzazione e lavorano per creare la cosiddetta “brand identity”. In questo modo il pubblico non solo inizierà a conoscere il nome dell'organizzazione ma si affezionerà sempre più, comprando il merchandise e contribuendo in prima persona alla diffusione dei vari marchi.

Nel corso del tempo ne abbiamo visti parecchi di streamer e influencer accasarsi in varie organizzaizoni, basti pensare a CouRage, Pokimane, Valkyrae e così via. Per crescere l'esport ha bisogno anche (forse soprattutto?) di questo.

L'attivazione più recente è merito dei Rogue, org di Las Vegas già famosa per godere degli investimenti e dell'interesse del DJ Steve Aoki e degli Imagine Dragons. In questo caso, però, non si parla di uno streamer o di un instagrammer, bensì addirittura di un account Twitter, @s8n.

Insomma, i Rogue hanno assunto un tweeter professionista, uno che sa come muoversi nel “social esport” per eccellenza. Con 2,4 milioni di follower, l'attivazione sembra aver molto potenziale. Se la cosa funziona potrebbe essere una nuova via di sperimententazione per altre squadre, in particolare per altre figure popolari di Twitter.

Quanto è interessante?
2