Nuova ondata di cheater su Call of Duty: Warzone, i giocatori piombano nello sconforto

Nuova ondata di cheater su Call of Duty: Warzone, i giocatori piombano nello sconforto
di

Mentre non si fermano le accuse di plagio verso Call of Duty: Warzone, i giocatori del titolo targato Activision hanno ripreso a manifestare online il proprio sconforto a causa del ritorno dei cheater.

All'interno di una discussione nel subreddit del gioco, gli utenti hanno infatti affermato di aver avuto diversi problemi con questi 'giocatori scorretti', soprattutto negli ultimi due giorni. Stando a quanto riferito nel forum, sembra che tanti nuovi utenti di Warzone stiano facendo uso dell'aimbot, un software informatico capace di aiutarli nel prendere la mira, fino a rendere alcuni match impossibili da giocare per la community.

Lo sconforto di alcuni giocatori non deriverebbe, però, solo dalla presenza dei cheater, ma anche dalla apparente sensazione che gli sviluppatori non vogliano risolvere il problema. Ad ora il sistema ricochet, introdotto nel gioco per contrastare i cheater ed isolarli dagli altri, sembra essere non sufficiente a combattere questo fenomeno.

Purtroppo gli sviluppatori non hanno ancora rilasciato delle dichiarazioni ufficiali in merito alla situazione. Noi, d'altra parte, vi terremo aggiornati non appena ne sapremo di più.

E restando in tema, due giorni fa vi abbiamo parlato delle novità relative alla Stagione 5 di Call of Duty: Warzone, che accoglierà nuove condizioni meteo per Caldera e Rebirth Island, ma anche un nuovo Gulag a tema vulcanico e la modalità Last Call, interamente incentrata sul disarmo delle bombe sparse per la mappa.

Si tratta dell'ultimo aggiornamento importante per il titolo, nell'attesa dell'uscita di Call of Duty: Warzone 2. Commentando la situazione, i ragazzi di Infinity Ward hanno rivelato che il nuovo capitolo della serie dovrebbe uscire con tutta probabilità entro la fine del 2022, con un esordio previsto tra novembre e dicembre.

FONTE: DEXERTO
Quanto è interessante?
4