I nuovi team Xbox non creeranno solo esclusive? Risponde il responsabile degli Studios

I nuovi team Xbox non creeranno solo esclusive? Risponde il responsabile degli Studios
di

È ormai da diverso tempo che Microsoft ha intrapreso un percorso di espansione dei propri team interni, ricorrendo ad acquisizioni che hanno ampliato i membri della famiglia degli Xbox game Studios.

Il responsabile di questi ultimi, Matt Booty, ha recentemente rilasciato una corposa intervista alla redazione di Game Informer, all'interno della quale ha discusso anche delle future attività dei nuovi arrivati. In particolare, ha offerto alcuni interessanti commenti sulla possibilità che questi ultimi possano dedicarsi anche alla realizzazione di titoli non esclusivi per le piattaforme Microsoft.

Contestualizzando la tematica, Booty ha chiarito il proprio punto di vista in merito al destino commerciale di un gioco, evidenziando come "la questione sia meno binaria rispetto a 'dovrebbe essere su Switch, dovrebbe essere su Playstation', e più legata ad un 'ha senso per il franchise'?". Il membro del team Microsoft ha infatti sottolineato come certi giochi possano beneficiare dall'essere su più piattaforme, in virtù di un "effetto network". A titolo di esempio, sono stati citati Minecraft e Cuphead. Allo stesso tempo, vi sono invece produzioni che beneficiano maggiormente dal restare esclusivamente all'interno dell'ecosistema Microsoft e sono realizzati con questo fine. Booty ha in merito affermato: "Ma poi ovviamente abbiamo intenzione di avere i nostri grandi franchise come Forza, Halo e Sea of Thieves [...]".

Insomma, un approccio che sembra presentarsi come piuttosto aperto e possibilista in merito ai destini di alcune delle future produzioni degli Studi acquisiti. In chiusura, vi segnaliamo che recentemente anche Phil Spencer ha offerto alcune interessanti dichiarazioni, relative ad esempio ai focus per lo sviluppo di Xbox Scarlett o alle potenzialità di xCloud.

FONTE: IGN.com
Quanto è interessante?
12