di

Mentre gli abbonati al servizio possono ormai accedere ai giochi gratis con PlayStation Plus ad aprile 2022, Lorne Lanning, autore della serie Oddworld, discute dell'impatto negativo generato dall'accordo raggiunto con Sony per la distribuzione di Oddworld: Soulstorm.

Nel corso di una recente intervista, il Game Director ha in particolare rivelato alcuni retroscena relativi al debutto dell'ultima avventura di Abe. Come molti ricorderanno, Oddworld: Soulstorm è stato offerto gratis su PS5 con PS Plus in occasione del lancio. Quest'ultimo, racconta Lanning, era originariamente in programma per il gennaio 2021, a pochi mesi dal debutto di PlayStation 5. Di conseguenza, il team di Oddworld Inhabitants aveva stimato, al lancio, vendite piuttosto contenute per la versione next-gen del titolo. Nello specifico, il valore si aggirava tra le 50.000 e le 100.000 copie di Oddworld: Soulstorm.

Sulla base di tali previsioni, racconta Lanning, la software house - che stava affrontando spese crescenti per la realizzazione del gioco - decise di stringere un accordo con Sony per la distribuzione del titolo all'interno del programma PlayStation Plus nel mese di uscita. Il tutto prevedeva il pagamento di una somma fissa - ovviamente non nota - da parte del colosso giapponese a Oddworld Inhabitants. Tuttavia, a causa della pandemia, il Day One di Oddworld: Soulstorm fu spostato ad aprile 2021, momento nel quale erano ormai in circolazione molte più PlayStation 5. Il risultato, ricorda Lanning, fu un totale di 4 milioni di download gratuiti per Oddword: Soulstorm tramite l'abbonamento Sony. Un risultato che l'autore non ha esistato nel definire "devastante" per il team di sviluppo.

Quanto è interessante?
5