L'OMS fa squadra col mondo videoludico contro il Coronavirus: parte #playaparttogether

L'OMS fa squadra col mondo videoludico contro il Coronavirus: parte #playaparttogether
di

La WHO/OMS (World Health Organization - Organizzazione Mondiale della Sanità), sta monitorando con estrema attenzione l'evolversi dell'attuale crisi sanitaria internazionale, legata al persistere del diffondersi di CoronaVirus/COVID-19.

Oltre a condurre attività di raccolta dati, supporto a Governi e Comunità Internazionale e ricerca, l'Organizzazione Internazionale sta inaugurando diverse campagne di sensibilizzazione legate a diversi aspetti e conseguenze dell'epidemia globale. Tra queste ultime, ne figura una che vede assoluta protagonista l'industria videoludica: #PlayAPartToghether.

Sfruttando un gioco di parole, l'hashtag prescelto invita software house e publisher, che contano su di un enorme bacino d'utenza, a favorire l'osservanza delle norme legate al mantenimento di distanza sociale, giocando al contempo un ruolo nel mantenere attivi i legami interpersonali tramite la condivisione virtuale di esperienze videoludiche. Numerosi gli aderenti all'iniziativa, tra i quali possiamo citare Activision Blizzard, Kabam, Snap Games, Amazon Appstore, Maysalward, Twitch, Big Fish Games, Playtika, Unity, Dirtybit, Pocket Gems, Wooga, Glu Mobile, Riot Games, YouTube Gaming, Jam City, SciPlay e Zynga.

Nel corso delle ultime settimane, l'intero settore si è dimostrato solidale con la necessità di fronteggiare il COVID-19, tramite diverse iniziative, tra cui speciali eventi in-game o offrendo giochi in maniera gratuita. In chiusura, ricordiamo che è ancora attiva la campagna di raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana supportata da publisher, sviluppatori e streamer ed alla quale ha aderito anche la Redazione di Everyeye.

Quanto è interessante?
5