Outriders

Outriders: come se la cava la campagna? La recensione aspettando il giudizio finale

di

Abbiamo completato la main quest di Outriders e vi proponiamo la nostra recensione della Campagna, in attesa di provare a fondo l'endgame e dare un voto definitivo al gioco. Dopo 30 ore, tuttavia, possiamo confermare che si tratta di uno sparatutto davvero eccellente.

A dispetto della partenza a rilento dell'avventura principale, e di una storia incapace di lasciare il segno, il percorso ludico tracciato dagli sviluppatori di People Can Fly diviene sempre più profondo e stratificato col passare delle ore di gioco.

Dal sistema di combattimento estremamente dinamico alla quantità di contenuti riversati dagli autori polacchi, la campagna di Outriders ci restituisce l'immagine di uno degli sparatutto più intensi e soddisfacenti degli ultimi anni, grazie a una formula che attinge a piene mani dai cosiddetti GaaS ma senza adottarne gli aspetti più "fastidiosi". Al netto degli inciampi iniziali, quindi, sembra proprio che People Can Fly sia riuscita a trovare la formula giusta per ritagliarsi un proprio spazio di unicità nel sempre più frastagliato panorama dei looter shooter.

Nei prossimi giorni andremo a sviscerare tutti i contenuti dell'endgame di Outriders per fornirvi il nostro resoconto completo sulle attività avanzate e sull'esperienza fruibile dagli esploratori più esperti del pianeta alieno di Enoch. Nel frattempo, vi lasciamo in compagnia del video in apertura d'articolo e, qualora non l'aveste ancora letta, alla nostra recensione della campagna di Outriders.

Quanto è interessante?
1