Esport

Overwatch: l'ex pro DreamKazper, accusato di molestie sessuali, rompe il silenzio

Overwatch: l'ex pro DreamKazper, accusato di molestie sessuali, rompe il silenzio
di

Jonathan “Dreamkazper” Sanchez, dopo oltre un anno, ha finalmente rotto il silenzio, rilasciando una dichiarazione in merito alla sua sospensione dalla Overwatch League in seguito alle accuse di “sexual harassment” nei confronti di una minore nella stagione inaugurale della lega.

Voglio davvero scusarmi con tutti quelli che ho ferito a causa di questa situazione e con coloro che ne sono stati coinvolti”, ha scritto Dreamkazper. "Da quell'incidente, mi sono pentito delle mie azioni e ho lavorato su me stesso per cambiare perché voglio diventare una persona migliore nei confronti di coloro che mi circondano".

Questa la vicenda riassunta: poco dopo l'inizio della stagione inaugurale della Overwatch League, una quattordicenne ha accusato Dreamkazper di averle inviato e chiesto contenuti sessualmente espliciti, nonostante conoscesse la sua età.

Una seconda fonte ha rivelato che il giocatore le avrebbe anche acquistato un biglietto aereo perché gli facesse visita in California.

Dopo un'indagine condotta sia dalla Blizzard che dalla franchigia dei Boston Uprising, è stato sospeso dal campionato e di conseguenza espulso dalla squadra, perdendo contratto e credibilità.

Nel breve periodo in cui ha partecipato alla Overwatch League, l'ex giocatore dei Boston Uprising era considerato uno dei DPS migliori al mondo. Con tutta probabilità non avrà altre, grosse occasioni nell'esport che conta, dato che la reputazione è difficile da ristabilire ed è stato fuori dal giro troppo a lungo.

Quanto è interessante?
3