Esport

Overwatch League: i Chengdu Hunters rimarranno in Cina, nonostante il coronavirus

Overwatch League: i Chengdu Hunters rimarranno in Cina, nonostante il coronavirus
di

Il team cinese della Overwatch League, Chengdu Hunters, ha pubblicato una dichiarazione ufficiale sull'epidemia di coronavirus. Nonostante le crescenti preoccupazioni per la sicurezza dei propri giocatori, la squadra ha deciso di rimanere in Cina prendendo le dovute precauzioni.

Questo annuncio arriva proprio prima dell'inizio della terza stagione della Overwatch League, che si svolgerà a Shanghai. In una dichiarazione ufficiale, il team ringrazia i fan per essersi preoccupati della salute dei giocatori.

Una volta tornati dalle vacanze per il Capodanno cinese i ragazzi rientreranno alla struttura d'allenamento del team a Chengdu, metropoli del Sichuan distante dal focolaio dell'epidemia di Wuhan.

"Ordineremo ai membri del nostro team di seguire scrupolosamente le procedure di prevenzione per mantenere in salute se stessi e le persone che li circondano", si legge nella dichiarazione. Ogni membro del personale che arriverà presso la struttura dovrà controllare la temperatura corporea e il loro generale stato di salute.

Verranno inoltre forniti al personale mascherine e strumenti di disinfezione per garantire il più alto livello igienico-sanitario. Alcuni fan non sono per niente convinti della decisione, soprattutto dopo che i Guangzhou Charge e gli Shanghai Dragons hanno assunto direttive diverse.

Queste squadre hanno spostato i loro giocatori in Corea del Sud. Dal momento che i giocatori dei Chengdu Hunter sono tutti cinesi, ci sono state alcune ipotesi su possibili problemi di visto e soggiorno.

Non è inoltre chiaro in che modo le restrizioni ai viaggi fuori dalla Cina durante la crisi potrebbero influire sulla capacità di Chengdu Hunter di competere in altri eventi della lega in futuro.

Quanto è interessante?
2