Esport

Overwatch: un pro player spiega perché il "role lock" fa male al titolo e non solo

Overwatch: un pro player spiega perché il 'role lock' fa male al titolo e non solo
di

Come sappiamo Blizzard ha deciso di implementare il blocco dei ruoli in Overwatch. Ciò significa che ogni composizione, sulla carta dovrebbe essere più equilibrata rispetto al passato. Sono in molti, però, a credere che questa nuova feature non faccia poi così bene alla salute generale del titolo.

Un giocatore dei San Francisco Shock, franchigia della Overwatch League, iddqd ha infatti affermato che la funzione di blocco dei ruoli è la causa della crisi nello streaming (secondo la sua esperienza sul proprio canale) del titolo. "Ciò che sta uccidendo il gioco per me in questo momento, ciò che mi impedisce di streammare adeguatamente Overwatch è fondamentalmente questo: so che non sarò in grado di giocare con il mio DPS. Non posso più giocare al mio DPS".

Iddqd è sempre stato conosciuto per la sua grande abilità come DPS. Tuttavia, con l'implementazione del blocco dei ruoli, sta diventando sempre più una sfida affrontare un match competitivo come DPS, a causa dell'elevata preferenza dei giocatori rispetto a Tank e Support.

"Nessuno vuole guardare uno streamer, che tu sia davvero bravo nel gioco o un ex professionista, se non riesci a trovare un gioco in due ore", ha spiegato.

Pare, insomma che il blocco dei ruoli abbia causato un drastico aumento del tempo trascorso nella lobby cercando di trovare una partita adeguata. Il ruolo di DPS in particolare può essere in stand by per ore, quindi la frustrazione per un main DPS è comprensibile.

Sembra che non solo gli streamer e i creatori di contenuti stiano soffrendo di un calo degli spettatori durante lo streaming su Twitch, ma anche la stessa Overwatch League ha registrato un calo costante per tutta la stagione 2019.

Vedremo, ora, con l'arrivo della versione Switch se l'hero shooter Blizzard riuscirà a riconquistarsi i favori del pubblico.

Quanto è interessante?
4