Paperino Operazione Papero sulla scia di Crash Bandicoot, dal papà di Assassin's Creed

di

Vi abbiamo ricordato quanto era bello Topolino e le sue Avventure, ma qualche anno dopo anche Paperino sarà protagonista di un Platform che si è fatto apprezzare dai giocatori più giovani. Stiamo parlando di Paperino Operazione Papero.

Noto anche con i nomi di Donald Duck Goin' Quackers e Donald Duck Quack Attack, e pubblicato originariamente nel 2000, Paperino Operazione Papero diventa realtà grazie agli sforzi di numerosi studi Ubisoft, che si sono occupati di una moltitudine di versioni differenti: il gioco arriva infatti un po' su tutte le piattaforme di quegli anni, comprese le console a 128-Bit. La primissima versione del gioco esordisce in realtà su Game Boy Color nell'ottobre del 2000, ma è ben diversa da quella che potremmo considerare l'edizione principale, pubblicata su PlayStation nel novembre dello stesso anno.

Dietro lo sviluppo del gioco c'è inoltre un autore di un certo spessore: Patrice Desilets, futuro director di Prince of Persia Le Sabbie del Tempo e dei primi tre giochi di Assassin's Creed, è la mente principale dietro il game design di Paperino Operazione Papero. L'avventura ci mette nei panni di Paperino, pronto ad intraprendere un viaggio rocambolesco per salvare la sua Paperina rapita dal malvagio stregone Merlock. Lo attende dunque un cammino pieno di pericoli ed ostacoli attraverso quattro diversi mondi accessibili tramite un macchinario spazio-temporale messo a punto da Archimede, che un poco alla volta lo avvicinerà al covo del suo nemico.

In ambito gameplay Paperino Operazione Papero ha un'aria decisamente familiare: ricalca infatti lo stile di Crash Bandicoot al punto da assomigliarsi fortemente per struttura dei livelli, meccaniche e componente Platform. I livelli sono piuttosto vari e con trappole ed ostacoli diversi da affrontare, sebbene i richiami alla serie Naughty Dog (scopriamo a tal proposito qual è il Crash Bandicoot più bello) siano decisamente forti dall'inizio alla fine della partita.

Forse è anche per questo che Paperino Operazione Papero non ha fatto particolare breccia tra la stampa specializzata dell'epoca: su Metacritic la versione PlayStation ha infatti un Metascore di 65, che migliora sensibilmente altre edizioni (su PlayStation 2 il gioco ha una media di 73, la più alta registrata) senza tuttavia mai raggiungere risultati davvero rilevanti. L'opera è inoltre sbarcata anche su Nintendo 64, PC, Dreamcast e GameCube, con anche un porting su Game Boy Advance intitolato Donald Duck Advance, strutturato come un Platform 2D.

Forse non sarà stato acclamato dalla critica, ma di certo tanti giocatori hanno ricordi relegati a questa specifica avventura di Paperino: l'avete mai giocata?