Il PAX East 2020 non sarà cancellato nonostante l'allarme Coronavirus

Il PAX East 2020 non sarà cancellato nonostante l'allarme Coronavirus
di

Sony non parteciperà al PAX East 2020 a causa dell'allarme Coronavirus, la compagnia aveva inizialmente confermato la propria presenza salvo poi annullare tutto per evitare rischi ai propri dipendenti.

L'organizzazione dell'evento ribadisce in ogni caso che la fiera si terrà regolarmente, seppur con qualche precauzione e misure di sicurezza aumentate. Reed Exhibitions conferma che il PAX East 2020 si terrà come previsto e non ci saranno cambi di programma "almeno fino a nuovo ordine" da parte delle autorità sanitarie.

Lo show è in programma a Boston dal 27 febbraio al primo marzo, gli organizzatori fanno sapere che le misure sanitarie sono state rafforzate per l'occasione: "abbiamo investito ulteriori risorse sulla pulizia e la sanità dell'area e stiamo collaborando con varie associazioni per fare in modo che tutto sia perfettamente disinfettato e pulito, con l'obiettivo di ridurre al minimo i rischi per espositori e visitatori."

Tra le aziende confermate per il PAX East 2020 troviamo nomi come Annapurna Interactive, Devolver Digital, Nintendo, Larian Studios, ArenaNet, Square Enix, THQ Nordic, Tripwire Interactive, Team17 e Yacht Club Games. Naughty Dog si è scusata per l'assenza dopo aver promesso una nuova dimostrazione di The Last Of Us Parte 2 proprio al PAX East di Boston, evento molto atteso dai partecipanti.

Quanto è interessante?
5