Perché Nintendo non abbassa i prezzi dei giochi? Lo spiega il compianto Satoru Iwata

Perché Nintendo non abbassa i prezzi dei giochi? Lo spiega il compianto Satoru Iwata
INFORMAZIONI GIOCO
di

Seppur molto apprezzati, i giochi prodotti da Nintendo sono noti anche per rimanere fissi sui loro prezzi di lancio anche a distanza di anni dalla loro uscita. Mentre altri colossi dell'industria, Sony e Microsoft inclusi, tendono ad effettuare sconti a distanza di tempo, la Grande N è restia a seguire la stessa strada.

A spiegarci il motivo di questa risposta è il suo compianto Satoru Iwata, scomparso nel luglio 2015 in seguito a una grave malattia. La risposta è inclusa nel libro "Ask Iwata" incentrato sul celebre ex presidente di Nintendo: in una pagina specifica diffusa attraverso i forum di Reddit e ResetEra, viene riportata la sua visione sul perché la casa di Kyoto molto raramente taglia i prezzi delle sue produzioni.

"Dopo che un nuovo hardware fa il suo debutto, il prezzo viene gradualmente ridotto per cinque anni finché la domanda non esaurisce il suo corso. Ma siccome il ciclo di domanda non finisce mai, perché preoccuparsi di ridurre il prezzo in quel modo? La mia personale visione sulla situazione è che se tu abbassi il prezzo nel corso del tempo, il produttore sta influenzando il consumatore ad aspettare per un migliore affare, qualcosa che ho sempre ritenuto uno strano approccio", ha spiegato Iwata, specificando ulteriormente che "questo non significa che io sia totalmente contrario al taglio dei prezzi, ma ho sempre voluto evitare una situazione dove le prime persone che si sono mosse per supportarci si sentano punite per aver pagato la cifra piena, poi borbottando frasi in stile 'è questo il prezzo pagato per essere il primo della fila'".

A quanto pare la filosofia di Iwata è proseguita anche in seguito alla sua scomparsa dato che ancora oggi Nintendo adotta questa strategia, motivo per cui titoli come The Legend of Zelda Breath of the Wild e Mario Kart 8 Deluxe continuano ad essere venduti prezzo pieno nonostante siano usciti nel 2017. Nel frattempo Nintendo si sta muovendo verso nuove acquisizioni con il probabile intento di evolversi tecnologicamente nel prossimo futuro. Inoltre, Nintendo ha promesso un E3 2021 fantastico e coinvolgente, alimentando fortemente le attese su cosa il colosso giapponese ha in serbo per i fan.

Quanto è interessante?
13
Perché Nintendo non abbassa i prezzi dei giochi? Lo spiega il compianto Satoru Iwata