PlayerUnknown's Prologue sarà un'immensa tech demo free-to-play basata su machine learning

PlayerUnknown's Prologue sarà un'immensa tech demo free-to-play basata su machine learning
di

Dopo aver annunciato la sua separazione da PUBG Studio e Krafton, Brendan Greene fornisce nuovi dettagli sul suo PlayerUnknown's Prologue, misterioso progetto su cui il designer irlandese si trova impegnato da ormai diverso tempo.

Non è ancora ben chiara l'esperienza che Prologue offrirà ai giocatori, tuttavia una recente clip pubblicata dall'autore aiuta a fare luce su alcune caratteristiche del prodotto, tra cui la natura open world ed il massiccio utilizzo del machine learning per creare il mondo di gioco.

"Vogliamo creare mondi sandbox realistici su una scala a cui pochi si sono avvicinati. Mondi di centinaia di chilometri di diametro con migliaia di giocatori che interagiscono, esplorano e creano. Sto seguendo umilmente le orme di tanti altri grandi sviluppatori open world e, come loro, il mio sogno non è creare un gioco, ma un mondo. Ci sono molti problemi con la creazione di mondi di tale grandezza, ma uno dei più significativi è semplicemente che non abbiamo un modo per riempire questi enormi spazi - risorse, meccaniche di gioco, luoghi e cose simili - in un ragionevole lasso di tempo. I mondi aperti realistici richiedono molto tempo e sforzi per essere prodotti, quindi questo è stato il primo problema che abbiamo scelto di affrontare.

La nostra macchina è una rete neurale che ci offre un modo per apprendere e quindi generare in tempo reale mondi aperti enormi e realistici. È questa la svolta che speriamo cominci a spingere i mondi dei videogiochi verso il tipo di scala che darebbe peso all'idea di "Vedi quella montagna? Puoi scalarla".

Le ambizioni di Greene cominceranno a concretizzarsi con Prologue, un gioco survival che incaricherà i giocatori di viaggiare attraverso un grande mondo generato proceduralmente che Greene stesso definisce "tech demo". Il titolo sarà venduto come free-to-play, o meglio sotto il modello del "paga quanto vuoi": i giocatori, insomma, saranno liberi di versare offerte in favore dello sviluppatore.

Quanto è interessante?
3