di

Lo sviluppo di nuove tecnologie comincia molti anni prima dell'effettivo debutto sul mercato, pertanto è possibile ottenere uno spaccato del futuro tenendo costantemente d'occhio i nuovi documenti relativi ai brevetti delle grandi compagnie. È quello che fanno anche i fan di PlayStation, che hanno appena scoperto qualcosa di molto interessante.

In rete è emerso un nuovo brevetto di Sony Interactive Entertainment (depositato nell'aprile del 2020 e reso pubblico solo questo mese) relativo ad un'intelligenza artificiale che può essere istruita a giocare ai videogiochi osservando il gameplay degli utenti. Intitolato "Automated artificial intelligence (AI) control mode for playing specific tasks during gaming applications", il documento descrive un sistema in grado di creare un profilo unico per ogni utente, che osserva il giocatore in differenti titoli e assimila il suo stile di gioco, per poi replicarlo in autonomia.

I giocatori possono quindi lasciare il controllo al modello addestrato ogni volta che vogliono e riprendere a giocare in qualsiasi momento. Il documento afferma che un sistema del genere può risultare utile, ad esempio, per chi ha bisogno di una pausa oppure per coloro che non riescono a completare un determinato passaggio, trophy hunters inclusi. I trofei ottenuti in questo modo, spiega il documento, potrebbero essere contrassegnati dalla dicitura "Completato dall'utente con l'assistenza di un'Intelligenza Artificiale".

L'IA può prendere il controllo del gioco anche online, mantenendo di conseguenza la presenza in rete del giocatore che ne fa uso. Quest'applicazione potrebbe risultare piuttosto complessa, dal momento che aprirebbe le porte ad una nuova forma di cheating, ma il documento non approfondisce la faccenda.

Come ci teniamo sempre a specificare in questi casi, l'esistenza stesso del brevetto non rappresenta una garanzia di un'applicazione futura, quindi non è detto che avremo a che fare con qualcosa del genere. Si tratta, in ogni caso, di un sistema molto interessante: cosa ne pensate?

FONTE: GamesRadar
Quanto è interessante?
13