di

Come riportato da Ars Technica, alcuni hacker hanno trovato un exploit che permette di caricare nuovi giochi su Playstation Classic. Una violazione del sistema di sicurezza della mini console, che arriva a pochi giorni di distanza da un bug che permette di accedere alle impostazioni nascoste dell'emulatore.

Due hacker hanno scaricato e ottenuto il codice sorgente del sistema operativo tramite la porta seriale, scoprendo che alcuni dati sono effettivamente crittografati ma la chiave di sblocco si trova all'interno del sistema, ben nascosta ma accessibile esaminando attentamente l'intero codice.

Yifanlu e Madmonkey1907 (questi i nickname dei due hacker) hanno inoltre scoperto che PlayStation Classic non esegue controlli di sicurezza di alcun tipo sulla firma del Bootrom da caricare all'avvio, di fatto questa mancanza permette di caricare qualsiasi tipo di contenuto. Gli autori della scoperta affermano di essere riusciti a caricare solamente una ISO di Crash Bandicoot mentre altri hacker confermano di aver avviato il primo DOOM su Linux.

Sul web sono già apparsi alcuni tutorial che svelano come caricare giochi tramite chiavetta USB, in ogni caso si tratta di una operazione non semplice che al momento richiede anche modifiche al database di PlayStation Classic o al file INI, con la possibilità di mandare in brick la console, come riportato da numerose testimonianze. Sony in ogni caso non sembra aver lavorato molto per proteggere la sua mini console, come dimostra anche il ritrovamento di un elenco di 36 giochi nascosti nel codice sorgente, probabilmente prove tecniche scartate in fase di lavorazione.

Nota Bene - La redazione di Everyeye.it è contraria a qualsiasi forma di pirateria, la notizia è stata riportata solamente per dovere di cronaca.

Quanto è interessante?
14
PlayStation Classic hackerata: scoperto un exploit per caricare nuovi giochi