di

Dopo aver resuscitato il multiplayer di Motortorm, i programmatori del collettivo PSONE promettono di riaprire presto i battenti di PlayStation Home, il "metaverso di PS3" chiuso da Sony nel 2015 per il disinteresse degli appassionati e per lo scarso afflusso di utenti.

Con Destination Home, i ragazzi del PlayStation Online Network Emulated (PSONE) Group sperano di riportare in auge questo vecchio spazio interattivo per consentirne l'accesso a tutti coloro che desiderano riviverne le atmosfere tramite mod o emulatori PS3.

Il team che sta dando forma a questo progetto ribadisce che si tratta di un lavoro senza scopo di lucro svolto per garantirne la preservazione e, anche per questo, non accettano alcun tipo di donazioni: una volta completati i lavori su Destination Home, il "porting emulato" di PlayStation Home sarà messo a disposizione in via del tutto gratuita.

Gli sforzi profusi dal team PSONE stanno già dando i loro frutti, a giudicare dal video confezionato dai modder per mostrare l'avvenuta riattivazione di alcuni degli spazi multiplayer del metaverso originario di PlayStation Home come l'Hub, il Playground e il Bowling Alley, oltre alle stanze personali dei giocatori e alle relative opzioni per customizzarne l'arredamento.

A chi ci segue, ricordiamo che nell'aprile di quest'anno Sony ha rinnovato il marchio di PlayStation Home fino al 2028, senza però motivare tale decisione e, tantomeno, senza offrire delle delucidazioni sull'effettivo ritorno di questo metaverso su piattaforme come PS5.

Quanto è interessante?
2