PlayStation, parla Hulst: varietà e sperimentazione nel futuro di PS5

PlayStation, parla Hulst: varietà e sperimentazione nel futuro di PS5
di

Negli ultimi anni Sony si è imposta sul mercato ed è entrata nell'immaginario collettivo con una lunga serie di esclusive ad alto budget improntate su esperienze fortemente single player. PlayStation, in ogni caso, non è solamente questo, e i vertici del colosso giapponese stanno tracciando la rotta verso un futuro all'insegna della diversità su PS5.

Un grande passo in questa direzione è stato compiuto qualche giorno fa, quando PlayStation ha annunciato una partnership con Firewalk Studios - realtà fondata da alcuni veterani di Bungie - per la pubblicazione in esclusiva dello sparatutto multiplayer AAA ProbablyMonsters. Nel commentare questa notizia ai microfoni di GamesIndustry.biz, il capo dei PlayStation Studios Hermen Hulst ha affermato di "vederla come una collaborazione strategica che consentirà a PlayStation di continuare ad evolversi ed esplorare nuovi territori".

La nuova partenership, in ogni caso, non allontanerà Sony dalla visione concretizzatasi in produzioni del calibro di Uncharted, God of War, The Last of Us e Ghost of Tsushima: "Credo che i giochi che facciamo siano molto diversi tra loro. Da Sackboy ad Astro Bot a Dreams, fino ad arrivare a giochi come The Last of Us Part 2 e Ghost of Tsushima. Puoi scommettere che continueremo a sviluppare quei giochi, perché sono il cuore e l'anima di ciò che facciamo ai PlayStation Studios. Allo stesso tempo, però, ci siamo impegnati a realizzare esperienze di qualità sperimentando e portando avanti idee fresche".

Gli sviluppatori di ProbablyMonsters, tra l'altro, hanno molto in comune con PlayStation: "I simpatici ragazzi di Firewalk sono storyteller esattamente come le persone che lavorano nei PlayStation Studios. Raccontano storie in un modo davvero innovativo. Se consideriamo anche la loro profonda esperienza in giochi multiplayer AAA, credo che ciò darà vita a qualcosa di davvero interessante e sorprendente per i nostri fan".

FONTE: GI
Quanto è interessante?
14