PlayStation Store pieno di giochi 'spam': Sony pensa a forti contromisure

PlayStation Store pieno di giochi 'spam': Sony pensa a forti contromisure
di

Tra grandi kolossal, produzioni Tripla A di primo piano e produzioni Indie di indubbio spessore, all'interno del PlayStation Store è possibile anche imbattersi in giochi privi di qualunque valore, come gli Shovelware o quei titoli pensati per regalare Trofei di Platino nel giro di pochi secondi.

E' il caso ad esempio di The Pizza Quiz ed il suo Platino ottenibile in 36 secondi: software di questo tipo sono presenti in grossi numeri sullo Store di PlayStation, motivo per cui Sony si sta mobilitando per porre un freno al fenomeno e ripulire il più possibile il suo servizio dalla presenza di 'videogiochi spam'. Il colosso nipponico ha dunque inviato a tutti gli sviluppatori una comunicazione in cui si segnala che giochi Shovelware, per ottenere Platini facili o evidenti reskin di altri prodotti analoghi verranno rimossi dal PS Store, e non si esclude addirittura la possibilità di impedire ai relativi autori di non poter più distribuire le loro creazioni all'interno dell store digitale di casa Sony.

Una fonte anonima avrebbe inviato al portale Dex.Exe una copia della lettera diffusa da PlayStation, che spiega come "Sony Interactive Entertainment vuole assicurarsi che i suoi clienti possano trovare e scoprire l'intera gamma di esperienze disponibili su PlayStation e che tutti i suoi partner possano essere scoperti in egual modo. Quando i partner saturano eccessivamente il PlayStation Store con molte varianti dello stesso tipo di contenuto, ciò può avere un effetto negativo sull'esperienza dei clienti e degli altri partner".

Il documento spiega poi quali tipi di giochi vengono considerati "spam" dall'azienda nipponica: "Prodotti le cui funzionalità o asset sono copiati o non diversificati a sufficienza da altri prodotti già presenti su PlayStation Store, indipendentemente dall'editore", oppure "concetti multipli e varianti di prodotti, pubblicati da partner individuali, che offrono funzionalità ed esperienze duplicate, differenziate solo da minime variabili in termini di funzionalità ed asset". Il colosso nipponico aggiunge inoltre che "fornire Trofei diversi per ogni prodotto non è sufficiente per differenziare il contenuto".

Infine, Sony rivela una serie di provvedimenti che verranno presi nei confronti di coloro che non rispetteranno queste regole: si citano ad esempio l'eliminazione dei contenuti dallo Store, l'esclusione dal merchandising PlayStation, il mancato posizionamento in sezioni come "Nuove Uscite", ritiro dei propri contenuti e, nei casi più estremi, la sospensione o chiusura dell'account PlayStation Partners che rispettivamente limiterà la pubblicazione di ulteriori giochi e rimuoverà tutti quelli già pubblicati fino a quel momento dallo stesso partner.

E' bene specificare che i contenuti della lettera non sono stati diffusi direttamente da Sony ma da una fonte anonima a Dex.Exe, tuttavia se confermati metterebbero in evidenza come la compagnia giapponese voglia prendere con grande serietà la lotta ad un fenomeno che non ha mancato in passato di creare perplessità e controversie tra i giocatori.

In chiusura, tornando invece alle opere più rilevanti, ecco la classifica dei giochi PS5 più venduti sul PS Store ad ottobre 2022, che vede il dominio di COD Modern Warfare II, FIFA 23 e Gotham Knights.

Quanto è interessante?
4