Pokémon GO, il futuro delle Stagioni: meno importanza ai bonus da remoto

Pokémon GO, il futuro delle Stagioni: meno importanza ai bonus da remoto
di

Archiviato anche l'ultimo Community Day del 2021 di Pokémon GO, è ora di guardare avanti. In occasione delle festività natalizie, i ragazzi di Niantic hanno pubblicato un lungo approfondimento in cui ci hanno rivelato i loro piani per il futuro delle Stagioni.

La Stagione della Tradizione proseguirà fino al primo marzo 2022, ma gli sviluppatori di Pokémon GO stanno già pensando a come stupire gli Allenatori di tutto il mondo dopo quella data. Michael Steranka, Live Game Director del gioco in realtà aumentata, ha confermato che nel 2022 le Stagioni costituiranno il nucleo centrale degli eventi e dei contenuti social di Pokémon GO: "Per il prossimo anno, desideriamo che i temi e le storie stagionali siano il nucleo centrale dei nostri eventi in-game, dei contenuti social e molto altro. Il nostro obiettivo è farvi sentire che le Stagioni apportano cambiamenti unici e significativi a Pokémon GO".

Oltre a concentrarsi maggiormente sulle Stagioni, Niantic cercherà di invogliare maggiormente i giocatori ad uscire, fare esercizio fisico e socializzare. Con quest'obiettivo in mente, lo studio rivaluterà alcuni bonus presenti nelle ultime due Stagioni: "Nell'ambito di tale obiettivo, rivaluteremo alcuni bonus che abbiamo mantenuto nel corso delle ultime due Stagioni, vale a dire l'efficacia di Aroma da fermi e i danni aumentati per i raid da remoto. Durante gli eventi recenti del Community Day, avrete notato bonus speciali che promuovevano la socializzazione o i raid di persona. È in quest'ottica che vogliamo invitare gli Allenatori in tutto il mondo a uscire ed esplorare provando bonus stagionali diversi", ha spiegato Steranka.

Quanto è interessante?
1