di

Vi ricordate di Ruslan Sokolovsky, lo YouTuber russo accusato di blasfemia dal governo per aver pubblicato un video in rete nel quale giocava a Pokemon Go in chiesa? La sentenza nei suoi confronti è stata emessa oggi, e, purtroppo per il giovane, è stata severissima.

I legali dello stato hanno chiesto e ottenuto la massima pena prevista per questo caso: il gesto, infatti, costerà a Ruslan tre anni e mezzo di carcere, ed il ragazzo è stato arrestato. Le accuse sono gravissime, e vanno dall'incitamento all'odio alla violazione dei sentimenti religiosi, e infine, il possesso illegale di una penna con videocamera.
Da notare, inoltre, che il video di Sokolovsky è ancora reperibile su YouTube, come simbolo di protesta. In una dichiarazione pubblicata dal sito russo Meduza lo scorso mese, lo YouTuber ha dichiarato: "Sarò anche un idiota, ma non sono assolutamente un estremista. Molto tempo fa, accadeva che le persone finissero in prigione per aver scherzato, ad esempio, sul consumismo o su Stalin. Ed oggi, rischio tre anni e mezzo di carcere per aver scherzato sull'ortodossia. Per me, si tratta di barbarie. Non capisco come sia possibile".

Cosa ne pensate della grave sentenza toccata a Ruslan? Pensate che sia troppo severa, o il ragazzo si è davvero spinto troppo oltre con il suo scherzo?

FONTE: TASS
Quanto è interessante?
10