Pokémon Rosso e Verde hanno rischiato di non vedere mai la luce per un crash del computer

Pokémon Rosso e Verde hanno rischiato di non vedere mai la luce per un crash del computer
di

Quello dei Pokémon è uno dei franchise più grandi del mondo, se non il più grande in assoluto prendendo in considerazione tutti i media sui quali è approdato. Eppure, per una fatalità, ha quasi rischiato di non vedere mai la luce, oppure di non farlo nella forma in cui lo abbiamo conosciuto la prima volta.

In un'intervista concessa a Polygon, Junichi Masuda di Game Freak ha raccontato dello sviluppo dei primi capitoli della serie, Pokémon Rosso e Verde, usciti in Giappone nel 1996. Dai noi approdarono due anni più tardi con il nome di Pokémon Rosso e Blu. A quanto pare, durante la lavorazione dei titoli, gli sviluppatori rischiarono di perdere tutto a causa di un crash di un computer.

"Ad un certo punto durante lo sviluppo, forse al quarto anno, ci fu un brutto crash del computer che non potevamo risolvere. Non sapevamo come recuperare i file. C'erano tutti i dati del gioco, tutti i Pokémon, il protagonista principale, ogni cosa. Pensammo: 'Oh mio Dio, se non recuperiamo questi dati siamo finiti'. Ricordo che facemmo molte ricerche per scoprire se c'era un modo di risolvere".

Il team si mise in contatto con una provider internet giapponese, Nifty Serve, e studiarono molti manuali in lingua inglese, poiché era difficile trovare qualcosa sull'argomento nel paese nipponico, all'epoca. Alla fine riuscirono a ripristinare i dati ma, per ammissione di Masuda, fu un momento incredibilmente snervante.

Per fortuna tutto è andato per il verso giusto e il resto è ormai storia nota. I mostriciattoli si apprestano a tornare su Nintendo Switch con Pokémon Let's Go Pikachu e Let's Go Eevee, remake di Pokémon Giallo. L'uscita è fissata per il prossimo 16 novembre.

Quanto è interessante?
16