Pokémon Spada e Scudo in tribunale: ai leaker un'ammenda di 150.000 dollari

Pokémon Spada e Scudo in tribunale: ai leaker un'ammenda di 150.000 dollari
di

Mentre il pubblico ha da poco potuto scoprire la data di uscita di Leggende Pokémon: Arceus, non si arresta l'azione giudiziaria avviata da The Pokémon Company in seguito alle fughe di notizie che hanno coinvolto gli ultimi capitoli della serie.

Dopo aver identificato due dei leaker che hanno contribuito al diffondersi di anticipazioni su Pokémon Spada e Pokémon Scudo, The Pokémon Company ha infatti provveduto a citarli in giudizio già nel 2019. Ora, la corte incaricata della gestione della causa è giunta ad una decisione definitiva: ciascuno dei due imputati dovrà versare alla compagnia videoludica un risarcimento danni di ben 150.000 dollari, ai quali vanno ad aggiungersi anche le spese legali sostenute durante gli ultimi due anni.

Una decisione che sancisce la responsabilità dei due individui nella diffusione di materiale riservato. Durante il processo, si è infatti scoperto che le immagini leak diffuse prima del lancio delle esclusive Nintendo Switch provenivano da una guida strategica di Pokémon Spada e Scudo. Uno dei due imputati lavorava ai tempi presso l'azienda incaricata della stampa dei volumi. Responsabile della realizzazione degli scatti, quest'ultimo li ha poi inviati al secondo leaker, che li ha diffusi su di un server Discord, portandoli all'attenzione della community internazionale. Le immagini raffiguravano diverse feature non annunciate, come ad esempio il Gigamax.

Si chiude così parte della vicenda, che ha visto coinvolto persino un sito di settore portoghese, da allora inserito nella lista nera di Nintendo.

FONTE: Polygon
Quanto è interessante?
3