Pokimane è stata bannata da Twitch per la prima volta: cosa è successo?

Pokimane è stata bannata da Twitch per la prima volta: cosa è successo?
di

Anche i migliori sbagliano: Imane "Pokimane" Anys, una delle streamer più popolari di Twitch con ben 8,5 milioni di seguaci, ieri è stata bannata da Twitch per la prima in vita sua. Come mai?

Le motivazioni della sospensione non sono state ufficializzate, ma sembrano esserci ben pochi dubbi al riguardo: nella giornata di ieri Pokimane ha trasmesso la popolare serie Avatar: The Last Airbender senza autorizzazione, infrangendo così il DMCA (Digital Millennium Copyright Act), la legge statunitense che protegge la proprietà intellettuale. Durante la trasmissione della serie di Nickelodeon c'erano ben 25.000 spettatori connessi: il "TV meta" sta rapidamente ottenendo consensi su Twitch, pertanto non è raro vedere streamer che commentano serie televisive.

Pokimane si è evidentemente spinta troppo oltre. Ben conscia del suo errore, ha commentato su Twitter scrivendo "La Nazione del Fuoco ha attaccato", un riferimento ad un popolare meme che i fan di Avatar conoscono fin troppo bene. La venticinquenne marocchina/canadese, in ogni caso, non rimarrà lontana da Twitch per molto tempo, dal momento che la sospensione ha una una durata di sole 48 ore. Non a caso, Pokimane ha già anticipato a tutti i suoi follower che lunedì tornerà in grande stile sul suo canale Twitch con una diretta di ben 12 ore. Twitch, solitamente, concede tre sospensioni per DMCA prima di procedere al ban permanente.

Nel 2020, Pokimane ha firmato un contratto in esclusiva con Twitch, rifiutando le offerte della concorrenza (all'epoca c'era ancora Mixer). Ciò, chiaramente, non l'ha resa intoccabile. In questi anni, Pokimane ha spesso criticato pratiche ASMR controverse e il trend hot tub resi popolari da colleghe come Indiefoxx e Amouranth.

Quanto è interessante?
10