Roe v Wade, Pokimane se ne torna in Canada: non vuole stare in un paese che nega l'aborto

Roe v Wade, Pokimane se ne torna in Canada: non vuole stare in un paese che nega l'aborto
di

La cancellazione della sentenza Roe v Wade, che dal 1973 concedeva alle donne il diritto all'aborto in tutti gli Stati Uniti d'America, ha prevedibilmente causato un putiferio. La regolamentazione dell'interruzione di gravidanza è ora affidata ai singoli stati, e sarebbero ben 26 quelli già pronti a limitarlo o vietarlo totalmente in futuro.

Sono diverse le compagnie videoludiche ad essersi schierate contro la decisione e a favore dell'aborto, tra le quali spiccano Bungie, Naughty Dog, Santa Monica e Guerrilla. Il loro pensiero è condiviso anche da molti influencer, inclusa Imane "Pokimane" Anys, la donna più seguita in assoluto su Twitch.

La streamer, nata in Marocco e cresciuta in Canada, nella provincia del Quebec, a partire dall'età di quattro anni, da qualche tempo si è trasferita nel sud della California, dove vive e "streamma" in compagnia dei suoi due gatti. Tuttavia, i recenti fatti l'hanno convita ad acquistare un biglietto aereo per fare ritorno in Canada dalla sua famiglia: "La notizia su Roe v Wade è assolutamente terribile", ha affermato durante una diretta del 24 giugno. "Ho twittato al riguardo, o retwittato un paio di cose, ho messo Mi Piace ad altre. È solo molto difficile, perché cos'altro puoi fare a questo punto? Lo abbiamo detto tutti. È deprimente. Ho prenotato un biglietto per fare ritorno in Canada". A quanto pare, Pokimane non vuole più versare tasse in un paese in cui non può votare e che adesso vieta pure l'aborto. "È fastidioso. Non posso neppure votare. E sto dando a questi s*****i milioni. Milioni!"

Al momento, non sappiamo se Pokimane andrà davvero a fondo con questa faccenda. Il suo potrebbe anche essere uno sfogo momentaneo dovuto al nervosismo. C'è da dire, inoltre, che la California è uno degli stati che continuerà a garantire il diritto all'aborto: gli addetti si aspettato un elevato influsso di donne intenzionate di abortire, e i vertici dello stato stanno già preparando delle leggi per proteggerle da eventuali attacchi legali da parte degli stati che lo vieteranno.

FONTE: Dexerto
Quanto è interessante?
5