Politica italiana e videogiochi con Fabiana Dadone, Ministra per le Politiche Giovanili

INFORMAZIONI GIOCO
di

La Ministra per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone è passata nel nostro studio per parlare di videogiochi, politica e non solo. Con lei abbiamo affrontato diversi argomenti: dalle opportunità economiche che potrebbe offrire il gaming al valore culturale del medium, passando per esport, banda larga e... Devilman!

Insieme alla Ministra Dadone abbiamo discusso delle grandi opportunità offerte dai videogiochi e dei passi necessari per superare lo storico ostracismo e l'aura negativa che ammanta le moderne forme d'intrattenimento digitale in determinati contesti mediatici e culturali.

Scambiando quattro chiacchiere con la Ministra per le Politiche Giovanili, la redazione di Everyeye ha affrontato con l'Onorevole Dadone il tema dell'attenzione delle istituzioni per il mondo dei videogiochi e il caleidoscopico universo che lo contraddistingue, dalle potenzialità educative della gamification alle opere pubbliche necessarie per garantire un'infrastruttura di rete capace di fare da volano alla crescita economica del Paese.

Il discorso avviato con la Ministra Dadone si è poi incardinato su tematiche altrettanto dirimenti come la dipendenza da gaming, la banda larga, la didattica a distanza e l'evoluzione del fenomeno degli eSport e gli interventi che le istituzioni intendono attuare per garantire la competitività dell'industria videoludica italiana (inclusi gli attori della scena indipendente) in ottica europea e internazionale.

Vi lasciamo perciò alla registrazione dell'intervista di Everyeye con la Ministra per le Politiche Giovanili e, naturalmente, vi invitiamo a servirvi della lavagna dei commenti per farci sapere che cosa ne pensate al riguardo.

Quanto è interessante?
11