La polizia giapponese sta utilizzando Street Fighter per reclutare agenti

La polizia giapponese sta utilizzando Street Fighter per reclutare agenti
di

La nuova campagna di reclutamento della polizia giapponese ha destato una certa curiosità soprattutto nei gamer. Sembra infatti che la Polizia della Prefettura di Osaka, stia usando come testimonial dei personaggi di Street Fighter per cercare di reclutare nuovi agenti per combattere il crimine su internet.

Capcom a dire il vero ha già lavorato con la polizia di Osaka ed altre forze dell'ordine su alcune campagne per la prevenzione dei crimini, ma quest'anno per la prima volta è stata richiesta esplicitamente l'autorizzzazione per utilizzare i personaggi di Street Fighter.

E così saranno distribuiti 3000 volantini ed affissi 1000 poster nelle stazioni di polizia, dei treni e in altri luoghi pubblici a partire da oggi, 2 Luglio. La software house ha dichiarato: "Scelti per la potente immagine del brand, la sua popolarità nei confronti di gente d tutte le età e l'affinità che gli esport hanno con il cyberspazio, i personaggi appariranno in campagne di reclutamento con lo scopo di rimpinguare il numero di investigatori specializzati nei crimini informatici, un campo che ha visto un aumento considerevole nel numero di incidenti negli anni recenti".

Uno dei poster diffusi ritrae Ryu e Chun Li, che tra l'altro era a sua volta un'agente dell'Interpol, e che potete vedere in calce alla news.

Intanto, Street Fighter V non riceverà un Season Pass nel 2019, ma sembra ci siano novità su Street Fighter V all'orizzonte, e chissà che l'impennata di popolarità in Giappone non dia adito a qualcosa di interessante.

FONTE: Eurogamer
Quanto è interessante?
9
La polizia giapponese sta utilizzando Street Fighter per reclutare agenti