Project Heron, il seguito di Control è in fase concept: Remedy ha 5 giochi in sviluppo

Project Heron, il seguito di Control è in fase concept: Remedy ha 5 giochi in sviluppo
di

È tempo di bilanci anche per Remedy, reduce dalla periodica riunione con gli azionisti durante la quale ha condiviso i propri risultati finanziari e offerto una panoramica sui progetti in lavorazione presso i propri studi.

Nel trimestre compreso tra i mesi di gennaio e marzo 2022, lo studio di sviluppo finlandese ha registrato incassi per 12,6 milioni di euro, in crescita del 55,9% rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso. I profitti operativi si sono invece assestati a quota 2,76 milioni di euro.Nel documento rivolto agli investitori il CEO Tero Virtala ha anche fatto il punto della situazione sui cinque progetti attualmente in via di sviluppo presso Remedy.

Dues ono già ben noti: Alan Wake 2, pubblicato da Epic Games e atteso nel 2023 su PS5, Xbox Series X|S e PC; Max Payne 1&2 Remake, progetto finanziato da Rockstar Games per le piattaforme next-gen che si trova ancora alla fase di concept.

Gli altri tre, seppur già confermati in passato, sono ancora privi di un titolo e di un'identità ben precisa, pertanto sono ancora indicati con un nome provvisorio. Codename Heron è un nuovo grande gioco ambientato nell'universo di Control, presumibilmente un sequel, realizzato in collaborazione con 505 Games. Al momento si trova in fase di concept: Remedy sta attivamente creando nuovi prototipi e al tempo stesso sviluppando nuove tecnologie per il Northlight Engine, motore proprietario che verrà impiegato anche nei futuri giochi della casa. Ad Heron va ad aggiungersi Codename Condor, uno spin-off multiplayer di Control che si configura come un gioco cooperativo PvE per 4 giocatori. Attualmente in fase proof-of-concept, è anch'esso sviluppato in sinergia con 505 Games.

L'ultimo gioco in lavorazione è Codename Vanguard, un gioco cooperativo free-to-play finanziato da Tencent. Remedy assicura di aver compiuto molti progressi dal precedente aggiornamento fornito lo scorso trimestre, rafforzando il team impegnato sul suo sviluppo e raggiungendo anche in questo caso la fase proof-of-concept.

A margine, lo studio ha fatto sapere di non aver ancora incassato royalties dalle vendite di Alan Wake Remastered, dal momento che fino ad ora sono state trattenute da Epic Games per il recupero dei costi di sviluppo e marketing. A proposito, in futuro Alan Wake Remastered arriverà anche su Nintendo Switch.

FONTE: Arvopaperi
Quanto è interessante?
5